calcio

Chievo, Ventura si presenta: "Ho voglia di ricominciare"

L'ex ct della Nazionale parla per la prima volta da tecnico dei gialloblù e torna sugli ultimi mesi alla guida dell'Italia

Gian Piero Ventura e il presidente del Chievo Campedelli - Twitter @acchievoverona

15:29 - 11 Ottobre 2018
Inizia una nuova avventura per Gian Piero Ventura, da poco ufficializzato come nuovo allenatore del Chievo Verona. Il tecnico torna sulla panchina di un club dopo un difficile periodo alla guida della Nazionale italiana, con la quale ha fallito l'accesso a Russia 2018. "Sono rammaricato per quello che si sarebbe potuto fare e che alla fine non è stato possibile realizzare. E' bastata una sconfitta dopo otto vittorie e due pareggi per ribaltare tutto, è successo qualcosa di impensabile, e il resto è storia nota: il progetto si è bruscamente interrotto".
 
Adesso, però, Ventura prova a cambiare pagina: la sua nuova sfida è portare il Chievo alla salvezza. "Non è stato difficile dire di sì a Campedelli e a questa squadra, ma tornare in panchina per una sfida complicata come questa, ma sono entusiasta come un bambino, ho una gran voglia di rimettermi in discussione, non vedevo l'ora di fare calcio dopo l'avventura finita con la Nazionale. L'obiettivo è lavorare con concentrazione ed essere consapevoli di cosa vogliamo fare. Serve voglia, la salvezza passa da queste cose, mantenere la Serie A è preziosissimo. Adesso stiamo facendo i primi esperimenti, perché sono arrivato da poco e quindi non abbiamo un'idea fissa di gioco, vedremo a seconda delle partite. In questi anni il nostro campionato si è evoluto, e dobbiamo ampliare le nostre conoscenze. Dobbiamo compiere una grande impresa, ma dobbiamo tentare. Sarà importante recuperare tutti i giocatori.

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli