calcio>europa leagueRisultati e Classifiche

Milan, Gattuso prima del Ludogorets: "Non possiamo sbagliare, vietato sottavalutarli"

Il tecnico rossonero parla dell'avversario: "Negli ultimi anni hanno avuto più esperienza di noi in Europa"

Gattuso in panchina contro la Lazio in Coppa Itlia - Foto www.imagephotoagency.it

19:51 - 14 Febbraio 2018

Domani sera Gennaro Gattuso vivrà la sua prima panchina europea sotto la guida del suo Milan, che sarà ospite per il primo atto dei sedicesimi di finale di Europa League del modesto Ludogorets. Attenzione però a sottovalutare l'entusiasmo dei bulgari che saranno onorati di sfidare i rossoneri ma cercheranno l'impresa. Il tecnico calabrese quindi mette in guardia i suoi ragazzi: "Il Ludogorets lo abbiamo studiato. Squadra pericolosa, che in Europa si trasforma: in campionato è più sorniona, in coppa diventa veloce. Ha giocatori rapidi in attacco, che fanno la differenza se gli lasci campo. Ma anche loro lasciano campo e sappiamo dove poter colpire. Il Ludogorets è stato in Europa più del Milan negli ultimi anni, hanno più esperienza di noi".

Il suo Milan intanto, dopo una partenza schock, è cresciuto sia come risultati checome condizione. Ed è per questo che Rino intende riproporre la formazione migliore possibile: "Voglio dare continuità, stiamo attraversando un momento positivo e tra l’altro vedo che recuperiamo bene, non c’è stanchezza. C’è chi si lamenta della Coppa, per me è un privilegio, metterei la firma per poter fare questo lavoro giocando ogni tre giorni, vuol dire che le cose vanno bene". Spazio dunque ai titolari, con Cutrone ancora al centro dell’attacco e André Silva, capocannoniere di Europa League, in panchina.

Le voci di una conferma dell'ex leggenda rossonera sulla panchina della prossima stagione trovano nelle ultime settimane sempre più conferme: "Non ci penso, i complimenti non mi sono mai piaciuti nemmeno da giocatore. Io vivo un sogno e sono orgoglioso dei miei ragazzi che me lo fanno vivere: penso di gara in gara". Niente calcoli, sul suo futuro e nemmeno sul cammino rossonero in Europa League: "Se abbiamo la vittoria finale come obiettivo? Io in tanti anni di Milan da giocatore non ho mai fatto calcoli, non abbiamo mai scelto una competizione o l'altra. Abbiamo il campionato, la Coppa Italia e questo torneo, dove ci sono squadre molto forti e preparate. Passiamo prima questo turno e poi vedremo".

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli