calcio

Mourinho, che attacco in conferenza: "I commentatori sono bugiardi compulsivi"

Lo Special One attacca gli ex giocatori in tv e snocciola i numeri di Rashford: "Hanno un'ossessione per me e per Marcus"

Jose Mourinho Manchester - Foto www.imagephotoagency.it

13:25 - 14 Settembre 2018
Ennesimo atto della sfida tra la stampa e Josè Mourinho. Nel corso della conferenza di presentazione della sfida di Premier League contro il Watford, il portoghese ha risposto duramente alle critiche mosse nei suoi confronti dai commentatori televisivi, in particolare uno: Jamie Carragher. L'ex giocatore del Liverpool, analizzando la prestazione di Marcus Rashford in Nations League contro la Spagna, ha consigliato al giovane inglese di lasciare il Manchester United, in modo da crescere. Una critica che non è stata per nulla digerita dallo Special One.
 
Il portoghese, infatti, ha attaccato la categoria dei "pundit", gli ex giocatori attualmente conduttori. "Se Rashford non giocasse con il Watford verrei criticato. Alcune persone sono ossessionate nei miei confronti e di Marcus, sono dei burgiardi compulsivi". E, per rispondere a Carragher e colleghi, l'allenatore dello United ha elencato tutti i numeri del classe 1997. "Nel 2016-2017 ha giocato 32 partite in campionato, 11 in Europa League, finale compresa, 2 in FA Cup, 6 in League Cup e il Community Shield, per un totale di 53 presenze, 3068 minuti, 34,5 in media su 90. Lo scorso anno, invece, 35 partite in Premier, 8 in Champions, 5 in FA Cup, 3 in League Cup e la Supercoppa Europea. 52 partite, 2676 minuti, 29,7 di media. In totale, con me, ha 105 presenze, 5774 minuti, 63,7 in media, e ben cinque finali. Chi parla di Rashford e del suo scarso impiego, quindi, è abbastanza confuso". Il solito show targato Josè Mourinho.

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli