calcio

Serie A, Inter: Suning, i cordoni della borsa restano strettissimi

Nuovo stop da parte del Governo cinese, a rischio calciomercato estivo

Jindong Zhang, proprietario dell'Inter - Foto www.imagephotoagency.it

21:35 - 12 Febbraio 2018
Tempo di vacche magre per il mercato dell'Inter. Suning tiene strettissimi i cordoni della borsa e anche il prossimo mercato estivo rischia di essere di autofinanziamento. Una nuova direttiva è stata infatti emanata dal governo di Pechino, nella quale sono indicati i campi di investimento esteri soggetti a forte limitazione. Nell'elenco trovano parte, oltre ad alcuni settori strategici (mass media, risorse idriche e armi) anche molti altri campi come quello del mercato immobiliare, l'intrattenimento e le squadre sportive. Le nuove disposizioni, come si legge dal sito cinese NetEase sport, saranno in vigore dal primo marzo.
 
Pessime notizie dunque per i tifosi dei nerazzurri, che hanno già visto un mercato invernale che è vissuto più di speranze che di possibilità. Pastore non è all'ombra della madonnina per ragioni legate all'ingaggio e all'onerosità del cartellino, come tra l'altro ammesso dallo stesso Ausilio, e altri colpi sono stati fatti low-cost. Questa notizia arriva proprio dopo la polemica innescatasi dopo alcune frasi di Spalletti circa la situazione della società e il mercato e rischiano di irrigidire ulteriormente i rapporti già tesi fra società e tifosi. Intanto i nerazzurri sono tornati alla vittoria, non senza difficoltà, in campionato contro il Bologna, superato per 2-1.

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli