ciclismo

Vuelta 2018, 18a tappa: tra Sagan e Viviani spunta Wallays

Il belga della Lotto-Soudal batte Bystrom in volata e resiste al ritorno del campione del Mondo e dell'azzurro. Yates resta primo: +25" su Valverde

Wallays sul traguardo di Lleida - Stopframe Twitter

17:53 - 13 Settembre 2018
Sorpresa nella diciottesima tappa della Vuelta di Spagna 2018. Jelle Wallays conquista la Ejea de los Caballeros-Lleida dopo un serrato testa a testa con Sven Bystrom. Il belga della Lotto-Soudal ed il norvegese dell'UAE Team Emirates anticipano in volata anche due mostri sacri come il campione del Mondo Peter Sagan ed Elia Viviani, rispettivamente terzo e quarto. Bene anche Nizzolo, nono al traguardo, mentre Trentin chiude al dodicesimo posto. In classifica generale, non cambia nulla: Yates resta il proprietario della maglia rossa.
 
La coppia di testa prende subito il largo dopo pochi km, e insieme al belga e al norvegese scatta anche Jetse Bol. Il terzetto arriva a conquistare 3 minuti di vantaggio sugli inseguitori (Viviani, Yates e Valverde). Dai 25 km in poi, i tre iniziano a perdere, con l'azzurro della Quick-Step Floors e il campione del Mondo che iniziano la rimonta, arrivando a 9" di distacco ad un km dalla fine. Lo slovacco e l'azzurro partono all'inseguimento di Bystrom e Wallays, mentre Bol si stacca definitivamente (arriverà ad 2'21" dal vincitore di giornata). Alla fine, però, il belga riesce ad anticipare il norvegese e resistere a Sagan e Viviani. Una tappa con sorpresa finale che, però, non stravolge la classifica generale: Simon Yates, infatti, conserva i 25" di vantaggio su Alejandro Valverde e l'1'22" su Mas. Venerdì la terzultima tappa, la "Lleida-Andorra. Naturlandia", 154,4 km con arrivo in salita: un crocevia fondamentale per l'assegnazione della Vuelta 2018, che si concluderà domenica a Madrid.

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli