motori

Moto2, Fenati: "Mi scuso, non sono stato uomo"

L'italiano, autore del folle gesto a Misano, parla dopo la mano sul freno di Manzi: "Chi mi conosce sa che non sono così"

Il folle gesto di Romano Fenati su Stefano Manzi - Stopframe YouTube

09:14 - 11 Settembre 2018
Il weekend di MotoGp è stato macchiato dal folle gesto di Romano Fenati che, durante il Gp di San Marino e della Riviera di Rimini, durante un rettilineo ad oltre 200 km/h ha premuto il freno del connazionale Stefano Manzi, rischiando di provocare un pericolosissimo incidente. Provvedimenti immediati: bandiera nera in gara per guida irresponsabile e allontanamento definitivo dal suo team, il Marinelli Snipers. Un atto inqualificabile, condannato all'unanimità e ne è consapevole lo stesso classe 1996.
 
"Chiedo scusa a tutto il mondo dello sport - dice Fenati - sono risvegliato sperando fosse un brutto sogno. Riguardando le immagini a mente lucida mi sono reso conto di aver fatto un gesto inaccettabile, non sono stato uomo. Ho sbagliato a reagire alle provocazioni, tutte le critiche sono giuste, e capisco l'astio nei miei confronti. Mi scuso con chi credeva in me e con chi si è sentito ferito. Un'immagine orribile per tutto lo sport. Io non sono così, chi mi conosce lo sa bene. L'anno scorso ero stato uno dei pochi senza penalizzazione, non ho mai messo a rischio la vita di nessuno. Purtroppo ho un carattere impulsivo, ma non volevo fare del male. Non è una giustificazione, perché questo gesto non è giustificabile, volevo solo scusarmi con tutti. Ora avrò tempo per riflettere".

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli