motori

MotoGP, Valentino Rossi non si ferma: "Corro fino al 2020"

Il 'Dottore' allontana il giorno dell'addio alle corse: "Per altri due anni niente VR46 nella classe regina perchè corro io"

Valentino Rossi, MotoGP, Yamaha - Foto www.imagephotoagency.it

13:04 - 2 Marzo 2018
Ma quale ritiro, Valentino Rossi non alcuna intenzione di smettere. Il 'Dottore' impegnato con i test della MotoGP in vista della prossima stagione ha ammesso di avere ancora voglia di dare gas con la sua Yamaha in pista: "Sono rimasto sorpreso dalla decisione di Hervé Poncharal di lasciare la Yamaha a fine anno - le sue parole ai microfoni di 'Sky Sport' -. Ma la situazione è molto chiara: noi, come VR46, ci abbiamo pensato (a prendere il posto di Poncharal) sarebbe stato anche bello, ma posso assicurare che per i prossimi due anni non faremo una squadra in MotoGP. Anche perché, probabilmente, correrò io fino al 2020: quindi, eventualmente, se ne parlerà più tardi". Non è dunque una decisione ufficiale ma poco ci manca. L'annuncio potrebbe già arrivare nei prossimi giorni.
 
Nelle prime prove per la prossima stagione il centauro pesarese ha incontrato qualche difficoltà anche rispetto al compagno di Team, Maverick Vinales, che ha chiuso al primo posto i test in Qatar dopo quelli assai negativi della Thailandia: "Sono sesto, non è che faccio le capriole di gioia, però sono a soli tre decimi dal primo. Non è andata male, qui la moto si guida meglio, ma credo che sia dovuto al tipo di pista, perché la mia M1 è esattamente la stessa di due settimane fa. Temo, quindi, che anche quest’anno dovremo convivere con un’alternanza di prestazioni", spiega il nove volte iridato. Il problema principale della sua M1 sta nell’elettronica, anche se Vinales la pensa in maniera differente: "Dobbiamo lavorare soprattutto per migliorare la frenata", le sue parole.

Powered by


Ti Consigliamo

CERCA RISULTATI E CLASSIFICHE




RISULTATI E CLASSIFICHE DILETTANTI





Segnalazioni e Consigli