motori>motogp

MotoGP, San Marino: Dovi, l'eleganza della guida

Grande prova di Andrea a Misano, veloce e bravissimo a gestire le gomme

Andrea Dovizioso, MotoGP, Ducati - Foto www.imagephotoagency.it

12:39 - 10 Settembre 2018
Curve fatte con il compasso, prestando attenzione ad ogni millimetro di pista, senza mai mettere una ruota fuori posto. Andrea Dovizioso è sempre stato uno dallo stile di guida preciso, ma a Misano è stato precisissimo, portando a casa una corsa che sublima il mdo di affrontare le corse da parte di Andrea.
 
Il Dovi lo scorso anno ha dimostrato di saper affrontare le battaglie corpo a corpo, di essere in grado di correre anche con il “cuore”, ma la sua specialità resta la metodologia razionale che non lascia nulla al caso, dopo un attento “calcolo” dei rischi. A Misano è andata proprio così, con Andrea in grado di correre di fino, attaccare al momento giusto Lorenzo per il primo ed ultimo sorpasso per la vetta di una corsa che poi non ha più lasciato. Ha guidato in maniera molto vicina alla perfezione il numero 4, che ha saputo gestire anche molto bene le gomme: è riuscito ad essere veloce pur con angoli di piega ridotti che gli hanno permesso di mantenere in un buono stato i pneumatici, e che gli ha consentito di allungare nei confronti di Lorenzo e Marquez, quando i due si sono resi protagonisti di un grandioso duello.
 
Nel finale, quando gli spagnoli hanno provato rifarsi sotto, Andrea ha avuto il margine per spingere ancora e rispondere all'attacco di Jorge a Marc, a dimostrazione di una gestione impeccabile della corsa di Misano, che ha fruttato al Dovi il terzo successo stagionale.
 
Il dispiacere è di ritrovarsi, pur con una Ducati da favola tra le mani, a -67 da Marquez a sei gare dalla fine. Difficile, anzi difficilissimo ricucire un distacco così, come ha sottolineato Dall'Igna (“Da qui a fine anno potremo raggiungere qualcosa di importante, anche se probabilmente non la cosa più importante”). Andrea lo sa ma non ci pensa, e spera di cogliere altri successi da qui a Valencia. Il vero obbiettivo potrebbe essere uguagliare le sei vittorie dello scorso anno, se così fosse la stagione andrebbe in archivio con una buona dose si soddisfazione.

Powered by


Ti Consigliamo

Segnalazioni e Consigli