Con la Portofino Run e la mezza maratona delle Due Perle rifiorisce la Costa Ligure

Lo scorso 29 ottobre una terribile mareggiata si era abbattuta sulla Costa Ligure, come tutti ricordano. Provocando danni a molte delle sue più celebri località, e una dolorosa ferita alla litoranea che portava a Portofino. Una delle perle del nostro Paese che, dopo aver subito venti a 180 km/h e onde alte più di 10 metri, era rimasta temporaneamente isolata. Ma che nel prossimo weekend – a tre mesi dal disastro – invita tutti a celebrare insieme la sua rinascita. E un habitat ecologicamente e paesaggisticamente ineguagliabile. L’occasione è duplice, almeno per gli appassionati di corsa, running in generale e maratona in particolare: sabato 3 febbraio con la Portofino Run e domenica 4 con la Mezza Maratona delle Due Perle.

Leggi anche: Perché la corsa fa stare bene

Da Portofino a Santa Margherita Ligure

Le Due Perle sono loro, ovviamente: Portofino e Santa Margherita Ligure. Ma è da quest’ultima che prenderà il via questa due giorni di attività podistica. Sabato 3, come detto, si corre la gara di 10 km la cui partenza è prevista per le ore 15:00 dalla piazza Martiri della Libertà del comune compreso nel Parco naturale regionale di Portofino. Una gara che permette – come sottolineato dal sito ufficiale www.maratoninaportofino.it“Una fusione a 360 gradi con l’ambiente e un’esperienza unica”. E come potrebbe essere altrimenti, con un percorso che dal locale lungomare punterà vero l’Abbazia della Cervara e Capo Nord prima di ripiegare verso il centro cittadino, da piazza Caprera al traguardo finale dei giardini.

4,56€
disponibile
2 nuovo da 4,56€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 18 Giugno 2019 21:45

Una cornice magica, uno spettacolo per tutti

In contemporanea, sempre alle 15 (ma da Piazza Vittorio Veneto, sotto il castello), circa 3000 persone potranno godere delle meraviglie del golfo del Tigullio grazie alla nuova edizione della Family Run. Torna infatti la camminata non competitiva come sempre affollata da nuclei familiari desiderosi di una sgambata in compagnia. Una cinque chilometri che arrivando a Portofino e ritorno, permetterà a tutti di rifarsi gli occhi con il panorama della baia di Paraggi e con la distesa boschiva del parco già citato. Potendo eccezionalmente approfittare della passerella messa a disposizione in sostituzione del tratto di carrozzabile distrutto nel drammatico evento di ottobre.

Consigli.it per voi: Running da manuale, leggere per correre

Le Due Perle

Sicuramente, però, l’organizzazione dell’Atletica Due Perle – con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale – avrà il suo clou nella quattordicesima Mezza Maratona delle Due Perle di domenica 4 febbraio. Anche in questo caso, il percorso accompagna le diverse centinaia iscritti tra Santa Margherita Ligure e la strada provinciale costiera antistante il promontorio di Portofino e la sua Area naturale marina protetta. Dopo la partenza – prevista per le ore 9:00 di fronte all’Hotel Regina Elena, lungo la provinciale – e un primo giro cittadino, il serpentone dei runner si snoderà inevitabilmente. Fino a raggiungere, e lasciare alle proprie spalle, di nuovo l’Abbazia della Cervara e – dopo un paio di ripetizioni necessarie a completare la classica distanza di 21,097 km – il traguardo dei giardini di Piazza Martiri della Libertà.

Ultimo aggiornamento il 18 Giugno 2019 21:45

I protagonisti dell’edizione della rinascita

Un circuito diverso dalle edizioni passate, – come lo ha definito lo storico manager Nicola Fenelli, – ricco di panoramicità e adatto anche a tempi di valore”, sul quale si sfideranno il solito gran numero di atleti, professionisti e amatori provenienti da tutta Italia. E se l’anno scorso tra i più attesi era stato l’immancabile Stefano Baldini, campione olimpico di maratona ad Atene 2004, per questa edizione si son già registrate conferme interessanti. Quelle del romano Giorgio ‘Big George’ Calcaterra, tre volte campione mondiale della Cento Chilometri su strada, di Valeria Straneo, nome mito della maratona azzurra, e di Vincenzo Tarascio, vero pioniere delle distanze più lunghe e particolari.

Oltre a quelle degli stranieri Ahmed Nasef (ormai cittadino italiano), Primien Manirafasha, Denis Kiyaka, Martin Fiz e Abel Antòn. Nella speranza che sia davvero “l’edizione della rinascita di un territorio”, come ha detto il sindaco Paolo Donadoni presentandola… E che sappia garantire le “ricadute benefiche sul tessuto commerciale in un periodo di bassa stagione” che si auspicavano Augusto Sartori, Alessandro Palli e Piergiorgio Ciana, rispettivamente presidenti di Ascom, associazione Santa 2.0 e Albergatori locali.

Leggi anche: Boston, città della Maratona, di campioni e del cinema

Per partecipare…

Come si legge sul sito http://www.maratoninaportofino.it/regolamento (insieme alle altre norme e utili informazioni, che vi invitiamo gli interessati a consultare): “In base alle norme per l’organizzazione delle manifestazioni emanate dalla FIDAL, possono partecipare gli atleti che abbiano compiuto i 18 anni, tesserati FIDAL alla data della manifestazione. Gli atleti in possesso della RUNCARD alla data della manifestazione, devono necessariamente aver compiuto 20 anni. Gli atleti/e Italiani e stranieri tesserati per società affiliate alla FIDAL per l’anno 2018. Atleti tesserati a federazioni straniere di atletica leggera affiliate alla IAAF”.

Ultimo aggiornamento il 18 Giugno 2019 21:45