Manchester City, i campioni raccontano i segreti del loro successo

Manchester City
Getty Images

Un grande club con grandi giocatori e tante chiavi diverse per raggiungere la vetta. Eccole raccontate in prima persona

Il Manchester City, fresco della vittoria di ieri contro l’Arsenal, è uno dei club più forti al mondo e le sue vittorie si possono spiegare solo con un mix di vari fattori psicologici, tecnici ed economici. Sì ma quali sono gli insight del club nel dettaglio?

LEGGI ANCHE: IL POTERE DEI SOLDI, IL REAL MADRID SI RIPRENDE LA VETTA DEL CLUB CALCISTICO CON PIU’ RICAVI AL MONDO

Hays, società leader nel recruitment specializzato e da sei anni Recruitment Partner Ufficiale del Manchester City, è tornata ad intervistare alcuni giocatori del club inglese chiedendo loro di raccontare gli aspetti nascosti del loro successo. Lo scopo dell’intervista è ispirare i professionisti che vogliono dare slancio alla propria carriera e rinforzare il prestigio della squadra nel mondo.

Ecco i consigli di Hays e Manchester City per porre le basi di un percorso professionale di successo.

Manchester City: i campioni si raccontano

Scegliere con cura la realtà di cui far parte

Il difensore Kyle Waker ha dichiarato che quando lo scorso anno gli è stato proposto di entrare a far parte del Manchester City e lavorare con Pep Guardiola, considerato una delle menti più brillanti del calcio, non ci ha pensato due volte. Guardiola ha una comprovata esperienza nella formazione di difensori di fama mondiale e non ci sarebbe stata opportunità migliore per crescere a livello atletico.

8,84€
23,33
disponibile
13 nuovo da 8,84€
6 usato da 0,66€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 19 Agosto 2019 05:50

Jen Beattie, difensore della squadra femminile, afferma che entrare a far parte di un club come il Manchester City significa sposare a pieno la loro filosofia e il loro stile di gioco. Lo stesso vale per il mondo del lavoro. Unirsi a un team di un’azienda di successo significa avere l’opportunità di crescere professionalmente, lavorando al fianco di risorse qualificate. Partendo dall’esperienza dei giocatori, Sholto Douglas – Home, Chief Marketing Officer di Hays, commenta: “È importante che i professionisti alla ricerca di un nuovo lavoro individuino una lista di aziende di cui vorrebbero far parte e valutino attentamente se, all’interno di una determinata realtà, le proprie abilità possano essere valorizzate per raggiungere i propri obiettivi professionali. Una volta stilata la lista delle aziende in target, è bene pianificare come raggiungerle”.

Manchester City: una squadra fatta di valori positivi e mentori di forte ispirazione

Assicurarsi che i propri valori coincidano con quelli dell’azienda

Come ha fatto il Manchester City a raggiungere livelli così alti? Su questa domanda Walker non ha dubbi e risponde che sono le fondamenta di un’organizzazione a fare la differenza. “Tutti, dai giocatori alla dirigenza, hanno lo stesso obiettivo: posizionarsi ai livelli più alti del calcio mondiale”. Anche l’attaccante della squadra femminile Nikita Parris è dello stesso parere e afferma: “Al Manchester City tutti i giocatori sono sulla stessa lunghezza d’onda, coscienti del proprio ruolo e delle proprie responsabilità in campo”.

Trovare il proprio mentore

Ispirare a farsi ispirare è una delle cose più importanti nello sport come nel lavoro. Nikita Parris sottolinea come, secondo lei sia un vero e proprio dovere essere un modello per le generazioni future e commenta: “Quando una giovane calciatrice mi dice di voler diventare come me, io rispondo sempre non come me, meglio di me!”. “Trovare un mentore in grado di guidare e dare la giusta ispirazione è fondamentale per la crescita professionale di ogni lavoratore – conclude Sholto Douglas -. Un buon mentore deve condividere la propria esperienza, aiutarci nel raggiungimento degli obiettivi di carriera e, infine, supportarci nelle decisioni importanti”.