Al via il Trofeo Laigueglia, per scoprire uno dei Borghi più belli d’Italia

Tim de Waele/Corbis via Getty Images

Saranno molte le iniziative collaterali che si svolgeranno in occasione della 56esima edizione del Trofeo Laigueglia, classica che segna l’inizio della stagione, attesa per la prossima domenica 17. Dopo la presentazione di qualche giorno fa, la cittadina della Riviera di Ponente – unanimemente considerata uno dei Borghi più belli d’Italia – si prepara farsi scoprire e ad accogliere turisti, appassionati e i campioni delle 20 squadre iscritte alla corsa.

Ultimo aggiornamento il 19 Giugno 2019 03:05

Le venti squadre partecipanti alla corsa

In primis quelli della AG2R La Mondiale e della Groupama-FDJ, squadre ‘World Tour’ guidate da Nico Denz e Anthony Roux che cercheranno di impedire a Matteo Moser di eguagliare le tre vittorie di Filippo Pozzato (staccando Eddy Merckx, a due come lui). Il nipote del celebre Francesco è da poco passato alla Nippo-Vini Fantini-Faizanè, inserita tra le ‘Professional’ con Androni Giocattoli-Sidermec, Bardiani CSF, Neri Sottoli-Selle Italia-KTM, Gazprom-RusVelo, Israel Cycling Academy, Riwal Readynez e Team Arkéa-Samsic.

Leggi anche: Modelli di bici sempre più smart e ibridi, ecco alcune novità hi-tech

Le nove ‘Continental’ Amore&Vita-Prodir, Beltrami TSA Hopplà Petroli Firenze, Biesse Carrera, Cycling Team Friuli, D’Amico UM Tools, Giotti Victoria, Iseo Serrature-Rime-Carnovali, Sangemini-Trevigiani-MG.KVis e Team Colpack si aggiungono all’elenco dei partecipanti. Completato dalla nazionale italiana, campione in carica (da due anni), pronta a schierare Gianluca Brambilla, Giulio Ciccone e Fabio Felline.

La stagione al via con qualche novità

La semiclassica organizzata dal GS Emilia, insieme allo stesso Comune della provincia di Savona, sancisce ancora una volta l’apertura del calendario italiano. E si conferma come prova dell’Uci Europe Tour (evento 1.HC, dal 2015) e della Ciclismo Cup, come l’anno scorso legata al Giro dell’Appennino. Con il quale costituisce il Challenge Liguria, che andrà al corridore che otterrà il miglior risultato complessivo nelle due corse. La “responsabilità” e “l’onore” dichiarati dal Presidente dell’ente organizzatore Adriano Amici, intanto, han già prodotto una interessante novità, quella della diretta televisiva su RaiSport.

Leggi anche: Due ruote sul grande schermo: il cinema, il ciclismo e i suoi campioni

Ma l’accordo con la Regione Liguria, ente promotore dell’evento, e con il Club de I Borghi più Belli d’Italia, un habitué della manifestazione, quest’anno sono affiancati dal progetto di un cosiddetto “ciclismo esperienziale”. Che, a partire dalla Primavera, altri Comuni della zona dovrebbero condividere e che si spera possa valorizzare la disciplina (in ogni sua forma e specialità). Oltre a spingere il pubblico a scoprire le bellezze e le caratteristiche del territorio proprio attraverso la bicicletta.

Ultimo aggiornamento il 19 Giugno 2019 03:05

Un percorso tutto da vivere

Nulla di nuovo, invece, nei 203 chilometri che i concorrenti dovranno percorrere. Un percorso a tratti non semplice che ancora una volta partirà da Laigueglia, per farvi ritorno dopo aver visitato la riviera tra Alassio, Albenga e Ceriale, per poi salire verso Onzo e la Cima Paravenna (per il primo Gran Premio della Montagna). Superato uno dei primi veri ostacoli, e tornati al traguardo di via Roma, faranno selezione il Capo Mele di metà corsa e il celebre Testico, il punto più alto della corsa (e secondo GPM). Che si avvierà a questo punto alla sua conclusione, dopo i quattro giri del circuito finale di 11,2 chilometri caratterizzato dalle salite di Capo Mele e Colla Micheri (terzo GPM).

Consigli.it per voi: Rapallo, nel cuore del Tigullio, per scoprire la Riviera Ligure

“Il Trofeo Laigueglia è un evento trainante nell’ambito delle corse per professionisti su strada e nello sport ligure – ha dichiarato il sindaco Roberto Sasso Del Verme a Il Vostro Giornale. – Laigueglia inoltre è l’ultimo Comune rimasto in Italia ad organizzare un evento di ciclismo per professionisti su strada, che ha una importante valenza sportiva e turistico promozionale per il nostro territorio. Il ciclismo non chiede un biglietto di ingresso per essere visto ma ti permette di ammirarlo e ammirare i paesaggi che lo ospitano, dandoti la sensazione di partecipare e farne parte”.

6,37€
7,50
disponibile
9 nuovo da 6,37€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 19 Giugno 2019 03:05