Giacca a vento per fare sport, come sceglierla

Giacca a vento
Istock

Partiamo da qui: che tipo di sport praticate? Le info utili per il capo di mezza stagione

La giacca a vento per fare sport dedicata alla mezza stagione è uno dei capi outdoor più amati e ricercati. Specialmente quando non siamo ancora nel mezzo dei mesi estivi e quindi le temperature possono variare di molto a seconda del momento della giornata. La mattina può fare ancora fresco persino in una giornata di sole, mentre negli orari più caldi sole e movimento fisico possono aumentare largamente la temperatura.

Come consigliano le nonne bisogna vestirsi con il classico ragionamento ‘a più strati’. Così all’occorrenza possiamo liberarci degli indumenti superflui e fare attività fisica nella maniera più libera. Per questo la giacca impermeabile o di mezza stagione rappresenta l’ultimo ago della bilancia per un equipaggiamento davvero funzionale.

LEGGI ANCHE: TUTA RUNNING, I MIGLIORI PRODOTTI PER ALLENARSI DURANTE LE FESTE

Giacca a vento per fare sport: i consigli per sceglierla

Però attenzione perché la scelta dell’indumento non deve essere casuale. Prima di recarvi dal vostro negoziante di fiducia, cercate di inquadrare il tipo di esigenze di cui avete bisogno. La giacca vi serve per la corsa in esterni? Bene allora tenete presente che un modello che vada oltre il busto potrebbe influire sul movimento.

Ultimo aggiornamento il 12 Luglio 2020 04:05
Ultimo aggiornamento il 12 Luglio 2020 04:05

Quindi potrebbe essere più indicato scegliere un modello aderente o con chiusura in vita. Altro elemento da tenere in considerazione è la presenza o meno di cappucci in dotazione. Lo sport all’aria aperta è influenzato dal meteo e un cappuccio può far sia da riparo per la pioggia, sia per il freddo e l’umidità sulla testa, oltre che al vento.

Altro discorso riguarda poi i materiali. Quelli più tecnici ovviamente consentono una maggiore traspirazione. Un fattore importante se si suda e ci si scalda durante l’allenamento. Infine va considerata la tipologia di chiusura. Oltre alla presenza o meno della zip, che vi consigliamo vista la praticità a confronto con il modello a marsupio, dovete tener conto della diversità del modello con scollo oppure quello che riesce a chiudersi con un collo alto. A seconda del vostro desiderio di protezione potete valutare le due differenti misure. Una più agevole ma meno protettiva e l’altra che tiene al riparo collo e mento dalle intemperie o dai colpi di freddo.

Insomma la parola d’ordine è modularità: cercate un capospalla che vi somigli e che si possa adattare alle vostre esigenze sportive.