Buffon bocciato dalla stampa francese, momento no per il portiere

Buffon
Getty Images

Dopo la sconfitta con il Manchester fioccano i 2 e noi non siamo abituati

Buffon è un grande campione e le sue bocciature pure se avvenute non in Italia, fanno male. L’ex portiere juventino oggi nel Psg ha commesso un brutto errore nella partita di Champions contro il Manchester United contribuendo all’uscita definitiva dalla gara. E la stampa francese lo sta facendo letteralmente nero. Perché quando sei un campione di lunga data e di fama internazionale non è che ti si facciano grandi sconti.

LEGGI ANCHE: LA JUVE HA SETTE GIORNI PER PREPARARE L’IMPRESA

9,35€
11,00
disponibile
8 nuovo da 9,00€
1 usato da 7,95€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 19 Marzo 2019 16:59
71,00€
disponibile
1 nuovo da 71,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 19 Marzo 2019 16:59

Gigi ha sbagliato sul secondo gol del Manchester. Decisivo il non aver bloccato un tiro dalla lunga distanza favorendo l’azione che ha fatto segnare un gol molto sofferto. Così la squadra è fuori dal torneo dopo essere stata sconfitta e in seguito a un’andata che invece l’aveva vista trionfare fuori casa. Oggi però le parole di scherno sono tutte per lui complice anche l’esperienza di lunga data che fa ancora più risaltare uno sbaglio del genere.

La stampa francese lo boccia e mette in dubbio il suo valore aggiunto nella squadra.

Buffon bocciato dal quotidiano Equipe

Equipe regala un 2 in pagella al portiere: “Incolpevole sulla rete di Lukaku, è indifendibile sul tiro di Rashford che respinge proprio sui piedi del belga. Alcuni rinvii imbarazzanti”. E quindi la stroncatura è a tutto tondo. “Ancora peggio” titolava lo stesso giornale. C’è però da dire che i voti francesi sono mediamente diversi dai nostri – vanno dal 2 al 10 e non dal 4 all’8 – ma è quanto di più vicino allo zero che possiamo immaginare al momento.

Non è proprio un bel posst-partita quindi per il portiere che è inoltre in scadenza per il rinnovo contrattuale nel club parigino. E del resto non è nemmeno la prima volta che il ritorno si rivela una beffa per la squadra. A Camp Nou nel 2017 dopo aver vinto 4-0 all’andata col Barcellona si andò incontro a una sconfitta epica con il 6 -1.

Addirittura possiamo parlare quasi di maledizione visto che la coppa Champions è l’unica che manca al fornito insieme di premi dell’ex juventino.

Ma insomma un campione si vede anche da queste cose e da come sa reagire a un colpo piuttosto duro in carriera. Anche perché fino a qui i risultati erano arrivati. Vedremo come finirà per il prolungamento fino al 2020. Forza Gigi.