Workout, facciamolo strano!

fitness strano
istockphotos

Se le solite discipline annoiano, ecco alcuni corsi insoliti per allenarsi con variazioni sul tema

Se andare in palestra è noioso, se i soliti aerobica e pilates non vi stimolano più, se il fitness è diventato solo sacrificio e niente divertimento, avete bisogno di ritrovare la motivazione. Smettere di fare sport non è una buona idea, ma farlo controvoglia può risultare davvero spiacevole. Ebbene, ci sono dei corsi davvero particolari, a dir poco bizzarri, che nascono ciclicamente. Per quanto strani, potrebbero essere la chiave della motivazione. Eccone alcuni particolarmente di moda oltreoceano, dove le mode nascono e fioriscono in un batter d’occhio. ‘Fitness strano’ per ritrovare la motivazione.

229,00€
237,40
disponibile
11 nuovo da 229,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 20 Maggio 2019 19:05

Fitness strano e antinoia

SUP yoga, ovvero yoga su una tavola da surf (anche detto paddle yoga). Una particolare pratica che coniuga le posizioni dello yoga alla capacità di mantenere l’equilibrio su una tavola galleggiante, simile a quella da surf. Si ottengono tutti i benefici dello yoga ma con un grado di difficoltà extra. Si può praticare sia in piscina che al mare.

Acquabike. Rimanendo in tema acquatico, la cyclette in acqua o acquabike è la disciplina che, come dice il nome stesso, richiede di pedalare immersi in una piscina fino ai fianchi. I benefici dal punto di vista della tonificazione sono moltissimi, e si tratta di uno sport particolarmente indicato per chi vuole combattere la cellulite. Faticoso ma dagli effetti visibili in poche settimane.

Ultimo aggiornamento il 20 Maggio 2019 19:05

Jukari Fit to Fly. Si tratta di un allenamento che prende in prestito il trapezio dal mondo circense. Ci si allena utilizzando questo supporto e facendo piccole acrobazie aeree. Jukari nasce da una collaborazione brandizzata tra Reebok e Cirque du Soleil. Permette di esercitare molto braccia, spalle, schiena e addominali.

Pound fitness. Un mix di pilates, aerobica e… percussioni. Durante il workout si tengono in mano due bacchette da batterista e con esse si tiene il ritmo degli esercizi. Una disciplina che fa lavorare tutto il corpo perfetta per chi ha bisogno di uno stimolo in più quando si allena.

Yoga aereo. Un’altra declinazione dello yoga, che utilizza bande di seta allacciate a soffitto per rimanere sospesi per aria. Ad altezze minime, naturalmente, quasi sfiorando il pavimento. Il punto non è tanto ‘volare’ quanto praticare lo yoga in una simulazione di assenza di gravità. Aumenta la flessibilità ma non si sforza la spina dorsale.