Potenza e meditazione dietro l’esplosione di Bianca Andreescu

Michael Reaves/Getty Images

Non tutti si sono ancora abituati al suo nome, ma non ci vorrà molto perché Bianca Andreescu inizi a diventare stella di prima grandezza del circuito Atp. Se già non lo è. A meno di sorprese negative, infatti, la tennista canadese di origine rumena dovrebbe continuare a far parlare di sé dopo l’esplosione che l’ha portata alla storica vittoria di Indian Wells. E dopo aver realizzato uno dei miglioramenti di classifica più grandi degli ultimi tempi grazie alle sue armi migliori: potenza, talento… e la meditazione.

disponibile
1 nuovo da 0,00
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 18 Giugno 2019 20:26

La stella canadese continua a bruciare le tappe

La prima a esser sorpresa della vittoria è stata proprio lei! “Ho festeggiato con un buon hamburger di In-N-Out subito dopo aver lasciato il Garden”, ha raccontato nella conferenza stampa prima del Miami Open che si avvia ad affrontare. Niente Champagne, insomma, per l’atleta classe 2000 di Mississauga dopo il 6-4, 3-6, 6-4 inflitto alla campionessa di Wimbledon 2018 Angelique Kerber. Una vittoria che l’ha portata a un risultato unico: il suo primo torneo WTA vinto. Ma anche il primo BNP Paribas Open vinto da una Wild Card e il più prestigioso mai vinto da una singolarista canadese.

Da Wild Card, lì si erano fermate alle semifinali Martina Hingis nel 2006 e Serena Williams nel 2015, tanto per fare paragoni. E dire che l’anno scorso la diciannovenne era solo al numero 178 del ranking. Una graduatoria che la vede oggi in ventiquattresima posizione, con la possibilità di migliorare ulteriormente e – intanto – di partecipare al sorteggio del principale dell’Open di Francia del 21 maggio.

Leggi anche: Tennis femminile, chi sono le giocatrici in vetta al ranking

Per lei si annuncia un futuro radioso

“Bianca ha davvero tutto” ha detto recentemente di lei l’indimenticata Martina Navratilova, che in una controversa intervista al Sunday Times ha preannunciato una possibile futura grande rivalità con la Osaka, la cui vittoria del 2018 proprio a Indian Wells “è stata eclissata da Bianca Andreescu”. È “venuta fuori dal nulla”, ma – sempre stando alla campionessa di origine ceca – “ha fatto vedere la varietà di colpi di Martina Hingis, ma anche tanta potenza, che Martina non aveva. La scelta dei colpi che ha mostrato a Indian Wells è stata immacolata, faceva la cosa giusta al momento giusto”.

Leggi anche: Servizi più veloci, ecco le frecce alate del tennis

Il sergeto di Bianca Andreescu

Ma oltre al grande talento e le capacità istintive di cui sopra, la giovane tennista sembra avere altri assi nella manica. A partire dalla meditazione, che ha ammesso di praticare ogni giorno (“appena mi sveglio”) sin da quando ha 12 anni. “È stata mia madre a introdurmi a questa pratica – ha raccontato. – Credo che mi aiuti molti ad iniziare bene la giornata, senza controllare subito il telefono o farmi sopraffare dalle cose. Mi prendo quindici minuti tutte le mattine per entrare in sintonia con il mio corpo e la mia mente. Visualizzo me stessa e immagino di avere una buona giornata, cose così…”.

Leggi anche: Lo streetwear ‘Millennial’ invade il tennis con nuove opportunità

Una disciplina mentale che prende il nome di Visualizzaziona creativa e che sembra aiutarla davvero, anche se non da sola. “Faccio un sacco di yoga, – ha aggiunto – ma non lavoro solo sull’aspetto fisico, e non mi piace concentrarmi su quello che è successo o che succederà nel futuro, cerco di focalizzarmi sul presente, incluso durante i match. Penso che l’aspetto mentale sia il più importante perché controlla tutto il corpo”. Sicuramente più determinante della spirale per capelli che usa portare intorno al gomito, le parole “chiave” che si ripete nei momenti decisivi (“prima di servire, prima di rispondere… cerco di caricarmi”) o lo strano composto che annusa spesso nei cambi di campo. Visto i risultati che sta ottenendo sarebbe interessante sapere di cosa si tratta, ma a chi ci ha provato la Andreescu ha già risposto: “non rivelerò mai il mio segreto”.

Ultimo aggiornamento il 18 Giugno 2019 20:26