Griezmann contro Messi, la Liga passa dal big match

Griezmann
Getty

Fermi tutti. Il Barcellona ha rischiato il tracollo in casa del Villarreal, quartultimo, recuperando da un 4-2 a un 4-4 tra il 90′ e il 93′. Ora i blaugrana affronteranno Griezmann e compagni, dato che al Camp Nou arriva l’Atletico Madrid. Un successo porterebbe i colchoneros a cinque punti dai blaugrana. In caso contrario, campionato decisamente chiuso: mancheranno sette partite alla fine al fischio finale del big match della 31^ giornata. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su DAZN, alle ore 20:45 di sabato 6 aprile.

Segui Barcellona Atletico Madrid live e in esclusiva. Inizia il tuo mese gratuito su DAZN

Ultimo aggiornamento il 21 Ottobre 2019 13:14

Griezmann, poi il vuoto: servono i gol

Antoine Griezmann ha segnato 13 reti, condite da 8 assist. In sostanza è entrati in 21 dei 45 gol totali realizzati dall’Atletico Madrid nelle 30 giornate disputate. Il problema è che il secondo miglior marcatore della squadra di Simeone è Alvaro Morata con 4 centri. Lo spagnolo è arrivato a gennaio, ma ha fatto meglio di tutti gli altri (ad eccezione del numero 7). Certo, l’Atletico ha subito solamente 19 reti ed è per questo che è secondo. Ma contro il miglior attacco della Liga servirà un’impresa notevole per vincere al Camp Nou.

Ultimo aggiornamento il 21 Ottobre 2019 13:14

Messi decisivo, stagione d’oro in zona gol

L’uomo simbolo del Barcellona è ovviamente Lionel Messi. I blaugrana hanno segnato 79 reti in campionato e hanno il miglior attacco: Messi di reti ne ha realizzate 32, con l’aggiunta di 12 assist. Praticamente è entrato in oltre il 50% dei gol catalani. La nota lieta per Valverde è che il secondo miglior marcatore della Liga è un altro suo giocatore, Suarez con 19 reti. Dembele insegue a 8.

L’Atletico Madrid deve necessariamente vincere per tenere vivo il campionato. Il problema è la cabala. I colchoneros non tornano dal Camp Nou con i tre punti dal 5 febbraio 2006. Nei 13 anni successivi, infatti, 6 pareggi e 12 vittorie del Barcellona. Riuscirà Simeone a invertire la tendenza?