Berardi goleador, sfida salvezza contro il Parma

Berardi
Getty

Sassuolo-Parma è più di un derby. Si tratta di una partita fondamentale nella corsa salvezza, tra due delle peggiori difese del torneo. Il Sassuolo, che ha 36 punti, ha incassato 51 reti. Una in più del Parma, che di punti ne ha 34 ed è più vicino alla zona retrocessione, dato che ha un vantaggio di soli sei punti sull’Empoli. Entrambe le squadre hanno vinto solo una partita nelle ultime cinque, i gialloblù hanno raccolto solo un pari nelle ultime quattro giornate. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su DAZN, alle ore 15 di domenica 14 aprile.

Segui Sassuolo-Parma live e in esclusiva. Inizia il tuo mese gratuito su DAZN

Ultimo aggiornamento il 18 Aprile 2019 14:48

Berardi, Babacar e Boga, fattore “B” per De Zerbi

Mister De Zerbi potrebbe dare spazio a Magnanelli in regia, rischia Locatelli. Torna Berardi titolare nel tridente d’attacco, cerca posto poi Babacar. Indisponibili Marlon e Adjapong.

Ultimo aggiornamento il 18 Aprile 2019 14:48

Dunque, dopo il pareggio con la Lazio, De Zerbi dovrebbe riconfermare il modulo, ma non gli interpreti. Davanti, infatti, Babacar potrebbe scalzare Matri, affiancato da Berardi e Boga. Dubbi a centrocampo, con Magnanelli favorito su Locatelli, anche se rischia lo stesso Sensi a beneficio degli altri due. Sicuro del posto solo Duncan. In difesa, davanti a Consigli, Demiral e Ferrari, con Lirola e Rogerio sulle fasce.

D’Aversa spera nel recupero di Gervinho

Sempre OUT Biabiany e Inglese. Ancora lavoro personalizzato per Bruno Alves, Gervinho, Sprocati e Ceravolo. Intanto mister D’Aversa potrebbe rinnovare la fiducia a Sierralta al centro della difesa che, con Siligardi nel tridente d’attacco, dovrebbe disporsi a quattro con Iacoponi e Dimarco sugli esterni. In regia ballottaggio Scozzarella-Rigoni, ma è recuperato anche Stulac.

In sostanza molto dipenderà dal recupero (molto difficile) dell’ivoriano Gervinho. Senza di lui, Inglese e Biabiany, infatti, il tridente sarà formato da Siligardi, Ceravolo e Sprocati. Per il resto, conferme a pioggia per chi ha chiuso sullo 0-0 contro il Torino.