Kean contro la Fiorentina, scudetto amaro dopo l’Ajax

Kean
Getty

Reset. La Juventus ha appena conosciuto l’onta dell’eliminazione dalla Champions League per mano dell’Ajax, già boia del Real Madrid. Cristiano Ronaldo, vista l’indisponibilità di Dybala e Mandzukic, dovrebbe quindi tornare titolare (magari con Moise Kean) già contro la Fiorentina. Anche perché sarà molto probabilmente la partita conquista matematica dell’ottavo scudetto di fila, mai in discussione in questa stagione stradominata. Dall’altra parte ci sarà una squadra, quella viola, con la testa alla semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l’Atalanta, sicuramente la partita più importante della stagione. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su DAZN, alle ore 18 di sabato 20 aprile.

Segui Juventus-Fiorentina live e in esclusiva. Inizia il tuo mese gratuito su DAZN

Ultimo aggiornamento il 20 Maggio 2019 06:56

Kean con CR7, pronta la festa scudetto

Archiviata la gara di Champions persa contro l’Ajax, bianconeri proiettati al match di sabato all’Allianz Stadium contro la Viola. Tornano titolari Szczesny, Ronaldo e Matuidi. Recuperato Can, operato alla spalla Perin. Restano, invece, da valutare gli acciaccati Dybala, Chiellini e Mandzukic. Kean verso una maglia da titolare.

Quest’anno in casa la Juventus non ha mai perso in campionato, a fronte di 14 vittorie e due pareggi. Nessuno ha fatto meglio.

47,45€
47,95
disponibile
1 nuovo da 47,45€
1 usato da 39,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 20 Maggio 2019 06:56

Chiesa sacrificato per la Coppa Italia?

Mister Montella potrebbe confermare la difesa a tre con Ceccherini preferito a Vitor Hugo. Sulle corsie di centrocampo ci saranno Chiesa e Biraghi, in mezzo i dubbi del tecnico: cercano posto Benassi e Fernandes. Davanti Simeone con Muriel. Per quel che riguarda Chiesa, però, Montella potrebbe anche dosarlo in vista del ritorno della semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta.

Quest’anno in trasferta la Fiorentina ha vinto solamente tre volte, a fronte di otto pareggi e cinque sconfitte. Si tratta dell’undicesimo rendimento esterno della nostra Serie A, con 17 punti in 16 giornate di campionato. Troppo poco per raggiungere un piazzamento europeo.