Titan Desert, la gara di MTB è epica

titan desert
Photo credit should read FRANCK FIFE/AFP/Getty Images

Non solo una competizione, ma una lotta per la ‘sopravvivenza’: in mountain bike nel deserto marocchino

Si conclude oggi una delle competizioni più epiche, spettacolari, estreme del mondo della mountain bike. Garmin Titan Desert è la gara che si snoda attraverso il deserto marocchino, e porta i ciclisti a confrontarsi tra dune di sabbia e strade sabbiose, nuvole di polvere e temperature torride. Fatica estrema, ma anche un paesaggio unico al mondo, che fa da cornice ad una competizione giunta alla 14esima edizione rivoluzionando il mondo della MTB.

119,90€
167,00
disponibile
3 nuovo da 119,90€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 23 Maggio 2019 21:24

La gara è titanica: Titan Desert

Un’esperienza indimenticabile per gli atleti in gara, che tra una tappa e l’altra sosteranno nei campi/bivacchi allestiti in pieno deserto. La partecipazione quest’anno è stata da record: 675 mountain bikers provenienti da 21 diversi Paesi hanno intrapreso l’avventura che, partita da Merzouga il 28 aprile, si concluderà a Maadid oggi 3 maggio. Il percorso da coprire è di un totale di 640 chilometri, suddivisi in 6 tappe di circa 110 chilometri l’una che toccano altitudini di oltre 1500 metri. Negli ultimi 3 anni è stato lo spagnolo Josep Betalu a vincere la competizione, e al momento è lui che guida la classifica parziale. In serata avremo i risultati dell’edizione 2019.

29,99€
109,99
disponibile
2 nuovo da 29,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 23 Maggio 2019 21:24

In un contesto simile, la Titan Desert si profila come un evento che va ben oltre lo sport. Una vera e propria avventura, una sfida tra uomo e natura. Ma anche un’occasione per ricordare l’importanza della tutela ambientale e in particolare dell’ecosistema desertico. A tale proposito, gli organizzatori dell’evento hanno lanciato la campagna Titan Life, che si impegna in azioni concrete e sensibilizzazione dei partecipanti sul tema della sostenibilità dell’ambiente marocchino. Tutti i bivacchi allestiti vengono montati e smontati in giornata, senza lasciare alcuna traccia. Naturalmente l’organizzazione si impegna a recuperare e riciclare tutti i rifiuti prodotti.