Bici del futuro? Si pensa alla soluzione driverless

Lo sharing elettrico potrebbe presto arricchirsi grazie all’automazione. Le novità

La bici del futuro non solo è elettrica, ma anche, pare, sarà senza testa, ossia non avrà un guidatore in carne e ossa. Al momento questi concetti fanno per forza rima con automazione. Questa è la frontiera della tecnologia applicata alla mobilità della bici. Sì perché dopo aver parlato tanto di auto senza guidatore, dopo aver realizzato dei parcheggi bici che possono contare sull’indipendenza della tecnologia per lo sbloccaggio, come in Giappone, adesso la nuova frontiera è la bici senza guidatore. La chiamano driverless, la traduzione è letterale, e sembra proprio che presto sarà una realtà.

La modalità driverless ha del resto molto in comune con il servizio del bike sharing elettrico. Al suo interno infatti una delle attività principali è rappresentata dal riposizionamento delle bici nelle stazioni dove possono essere prenotate o ricaricate. Proprio l’opzione consentirebbe alla bici di tornare autonomamente verso la stazione di ricarica, eliminando così un servizio che oggi viene offerto ancora dall’uomo.

Ultimo aggiornamento il 13 Ottobre 2019 09:59
699,98€
929,00
disponibile
1 nuovo da 699,98€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 13 Ottobre 2019 09:59

LEGGI ANCHE:Perché la bici fa bene? Un interrogativo sempre utile da svelare

Bici del futuro. Ci pensa Uber

A questa opzione sta già lavorando Uber. Nel gennaio 2019, come raccontato da Tech Crunch Micromobility Robotics, il CEO di DIYRobocars aveva annunciato su Twitter la collaborazione tra Uber e la divisione Jump dedicata alle bici omonime. Tutto con lo scopo di progettare bici e scooter elettrici che potessero avere un profilo driverless. Le bici senza guidatore permetterebbero al business dello sharing di contare meno sulla disponibilità umana e di velocizzare i tempi di ricarica migliorando il servizio.

Ma l’obiettivo di un mezzo a due ruote sempre più intelligente non si ferma solamente alla bici. Briko® ha di recente brevettato Cerebellum® One. Un casco che ha diverse funzioni hi-tech che migliorano l’esperienza di guida.

Il casco ha per esempio una funzione radar che individua gli ostacoli che sopraggiungono alle spalle del ciclista e dota il guidatore di un parametro che avverte sui livelli di idratazione. Le funzioni integrate sono sette e rappresentano delle opzioni che vanno dalla sicurezza alla migliore performance di allenamento. Si può chiedere di più?