Tapis roulant acquatico, le applicazioni nel fitness

Tapis roulant acquatico
Istock

Viene dal Giappone e serve a sfruttare le proprietà dell’attrito con l’acqua per migliorare circolazione e tono muscolare

Il fitness in acqua è sempre più possibilista. Nel senso che l’allenamento sommerso scopre nuovi stili di movimento da inglobare negli abissi. Prima è stato il tempo della ginnastica a corpo libero, diventata acquagym. Poi della bici, trasformata in sessioni di hydrobike. Adesso è l’ora di portare uno degli attrezzi fondamentali del movimento come il tapis roulant acquatico che vive a qualche metro e più di profondità. Nasce infatti la versione ‘bagnata’ del celebre rullo per fare movimento: la Water Walker. Ideata da una ditta di Osaka, in Giappone, permette di praticare jogging in acqua all’interno di una vasca da bagno che sembra arrivata dal mezzo di un film distopico. La notizia è stata riportata da Business Insider.

Ultimo aggiornamento il 5 Agosto 2020 23:46
10,00€
14,00
disponibile
4 nuovo da 10,00€
1 usato da 6,25€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 5 Agosto 2020 23:46

Tapis roulant acquatico: il Water Walker

In realtà la terapia acquatica di riabilitazione già gode dell’utilizzo del tapis roulant. Ma qui parliamo di una versione potenziata e non solo finalizzata al trattamento dei traumi. Una vasca gigante dove il corpo è immerso  ecaratterizzata da una sorta di ambiente sia terreno sia anfibio. All’interno una serie di monitor permettono di controllare tutta una serie di parametri come la velocità o altri indicatori della performance. Oppure di cambiare inclinazione della pedana. Si può correre o camminare e si entra dotati di apposite calzature che consentono l’aderenza al suolo. Da lì si parte con la fatica.

Tuttavia il tapis roulant acquatico è anche un luogo funzionale al movimento come al riposo. E forse non è un caso che il progetto venga dal Giappone, luogo per tradizione abituato a pensare gli spazi per il minimo ingombro e per il massimo uso. Infatti l’oggetto può anche ospitare una sessione di relax dopo lo sforzo trasformandosi in una classica e ampia piscina domestica oppure in una più comune doccia. L’azione dell’acqua sul corpo stimola inoltre la circolazione sanguigna e combatte la ritenzione idrica. Certo il prezzo attuale non fa pensare alla possibilità di farne un uso domestico. I circa 90.000 euro dell’acquisto più i costi relativi alla manutenzione lo rendono una macchina da palestra più che da casa. Almeno per ora.