Bici freestyle e non solo. Tutte le discipline su due ruote

Discipline su due ruote
Istock

Quali sono gli stili sportivi sui quali fare affidamento se si ama la bici in ogni sua espressione versatile

Guardate lì a destra. C’è un biker che salta e muove la bici in mille posizioni ed evoluzioni. Alcune delle quali eseguite anche in aria. Ora guardate a sinistra. E lì vedrete alcuni ciclisti sfrecciare su un circuito ad anello. Come chiamiamo questi stili e maniere differenti di vivere le due ruote? In realtà hanno molti nomi. Freestyle e cross-country per esempio. Perché la bici si è sviluppata intorno a diverse discipline su due ruote. Maniere diverse di vivere la velocità, la natura o semplicemente la sfida con se stessi. Scopriamole insieme.

Discipline su due ruote: dal freestyle al cross-country

Cross-country 
Competizione tra corridori che ha come obiettivo una gara di velocità. Il circuito della gara è solitamente formato ad anello di lunghezza compresa tra i 4 e i 10 km ed esso viene percorso più volte ripassando dal via. Durante il percorso vengono disseminati ostacoli e passaggi tecnici per mettere alla prova la capacità del corridore di mantenere la velocità costante. Esiste anche una variante che si svolge su strade di campagna o sterrati e si chiama cross-country marathon.
All mountain
Bici, scenari selvaggi e poca voglia di farsi dettare i ritmi dalla competizione sportiva. La all mountain è questo, ovvero un desiderio di esplorare la natura ma farlo sempre e rigorosamente in bici. Simile al cicloturismo per il quale si differenzia solo rispetto a una predilezione per la discesa.

Freeride

Si scende per pendii e discese e lo si fa con grandissima velocità e all’interno di un circuito studiato per mettere tra il biker e l’arrivo finale ogni genere di ostacoli possibili e immaginabili. Si saltano parecchi metri e si inseguono le evoluzioni. Quando il vento poi percorre i capelli allora lì sta la massima goduria.

Ultimo aggiornamento il 14 Ottobre 2019 03:47

Freestyle 

Qui siamo più nel campo della bicicletta virtuosa fatta di evoluzioni, voglia di stupire e di rivoltare ogni componente del mezzo in mille facce. Ci si può allenare in un park oppure su strada, saltando gli elementi tipici della città, come muri, gradinate e scale.

Insomma, le possibilità sono tante, basta trovare il proprio mezzo e la propria modalità di usare la bici per lanciarsi in qualche nuova avventura.