L’accusa di Dani Alves: “A Parigi sono fottuti razzisti”

Parigi mi ricorda un po’ San Paolo, ma a Parigi sono dei fottuti razzisti. Sul serio, a me non hanno mai fatto nulla altrimenti li avrei mandati a quel paese, ma l’ho visto succedere con i miei amici”. Queste parole, molto forti, arrivano dall’ex terzino del Paris Saint Germain, Dani Alves, nel corso di un’intervista a GQ.

“Parigi è anche una città stressante – ha aggiunto il 36enne brasiliano -, non mi piace molto. Se ci vai per una settimana, sarà il viaggio più bello della tua vita. Poi però diventa stancante”.