Tennis femminile, il calendario Wta 2020. Date, nuovi tornei, Slam, Olimpiadi

Valigia per l’Australia nel 2020. La Women’s Tennis Association ha appena annunciato il nuovo insieme di appuntamenti per la prossima stagione sportiva. Si comincia con due esordi assoluti per le host city dei Premier: Adelaide e Berlino. Per la prima volta si giocherà anche a Lione, Bad Homburg in Germania e ad Albany, New York, per il circuito International.

Il calendario includerà un totale di 60 tornei, 55 eventi WTA, oltre a quattro Grand Slam e le attese Olimpiadi di Tokyo. Trentadue dei tornei di livello internazionale WTA vedranno inoltre un aumento del montepremi del 10 per cento con una base di 275mila dollari per ogni competizione.

Tennis femminile, cosa succede adesso?

Nel 2020 saranno passati 47 anni da quando Billie Jean King fondò l’associazione che riunisce le tenniste femminili e che negli anni è cresciuta di circa 1.800 atlete. Al momento all’interno della WTA è in corso un rinnovamento del ranking tra il podio che non è più occupato dalle storiche giocatrici, Serena Williams, Simona Halep, ma da sportive poco più che ventenni come la numero 3 Naomi Osaka e in alcuni casi addirittura teenager come Bianca Andreescu, numero 5 al mondo. Coco Gauff, 15 anni, è molto lontana dalla top 30 anche dopo la vittoria a Linz ma la parabola di possibile nuova Williams piace moltissimo ai cronisti e ancora di più al pubblico.

La realtà è che il tanto bistrattato tennis femminile sta cercando ancora di trovare il proprio spazio oltre l’attenzione quasi scontata che si accende durante i faticosissimi Slam. E il conflitto tra senior e junior è uno degli aspetti più interessanti. Ecco quindi le principali novità del prossimo calendario.

Adelaide (12 – 18 gennaio)

Dal 12 al 18 gennaio le campionesse si sfideranno in un evento combinato che per la prima volta si svolgerà nella città australiana. Saranno presenti sia uomini che donne e tutto avverrà prima della grande discesa verso gli Australian Open di Melbourne, il primo grande Slam dell’anno.

Lione (2-8 marzo)

Il Palais des Sports de Gerland di Lione ospiterà l’edizione del torneo indoor in cemento nella regione che ha dato i natali alla numero 1 francese Caroline Garcia, che infatti ha festeggiato felicemente su Twitter la notizia.

Berlino (13 – 21 giugno)

Dal 13 al 21 giugno la WTA si riprenderà Berlino con il Grass Court Championships Berlin che aprirà la stagione dei campi in erba. Il torneo ritorna nella capitale tedesca dopo un’assenza di 11 anni dal precedente German Open nello stadio rinominato in onore di Steffi Graf, l’ultima campionessa capace di attirare il pubblico locale verso il tennis femminile. Successivamente si giocherà a Bad Homburg, località termale vicino Francoforte con un nuovo evento internazionale in erba e trasferito da Istanbul la settimana del 22 giugno.

Albany (dal 24 agosto)

Prima degli US Open ci saranno gli Albany Open che andranno a sostituire l’usurato torneo di Quebec City. È la prima volta che il torneo tocca la capitale dello stato di New York e per ora sappiamo solo che si giocherà all’aperto e su superficie in cemento.