MotoGp, Jorge Lorenzo si ritira: “A Valencia la mia ultima gara, non è facile ma ho deciso così”

Jorge Lorenzo si ritira. Lo ha annunciato lo stesso pilota spagnolo, cinque titoli mondiali in carriera, in una conferenza stampa straordinaria convocata alla vigilia del weekend del Gp di Valencia che chiude il motomondiale 2019. “Questa sarà la mia ultima gara e poi lascio come pilota professionista, non è facile ma ho deciso così”, ha detto Lorenzo, che lascia le corse a 32 anni.

Il pilota della Honda, con un passato alla Ducati, ha vinto nel 2006 e nel 2007 il titolo in 250 e nel 2010, nel 2012 e nel 2015 in MotoGp. “Tutto è iniziato quando avevo 3 anni – ha raccontato lo spagnolo -. Sono 30 anni che mi sono dedicato a questo sport. Sono un perfezionista, sanno quanto energia e quanta intensità ci metto. Per essere così bisogna avere molta motivazione, per questo dopo nove anni in MotoGp, gli anni più belli della mia carriera, ho sentito di aver bisogno di un cambiamento”.

Stimoli che Lorenzo ha cercato in più scuderie. “Dopo nove anni in Yamaha, che sono stati i più belli della mia carriera, ho sentito di aver bisogno di un cambiamento per avere nuove motivazioni, e sono passato in Ducati e ho raggiunto nuove vittorie. Poi – ha proseguito – ho firmato per la Honda, mi ha dato un’altra grande spinta, non ho potuto essere in condizioni fisiche normali per essere competitivo e poi la moto non era adatta al mio modo di correre. Ma non ho perso la pazienza, ho lavorato sempre con il team pensando che le cose sarebbero andate a posto. Dopo l’incidente brutto al Montmelo e poi l’altra caduta ad Assen con tutte le conseguenze, mentre rotolavo sull’asfalto pensavo ‘vabbè Jorge ne vale davvero la pena? dopo tutto quello che hai fatto, forse è ora di smettere’. Poi però ci ho pensato e ho continuato”. Fino al Gp di Valencia, l’ultima volta del 99 in una gara di MotoGp.