Milano, in Eurolega adesso si fa dura. La Stella Rossa vince al Forum, play-off a rischio

milano stella rossa

Solo la capolista Anadolu Efes aveva espugnato il Forum fino a oggi e, per quanto magra, i tifosi avevano avuto una minima consolazione cui aggrapparsi. Ma dopo la sconfitta con l’Olympiakos, quella casalinga con la Stella Rossa per 67-77 è una delusione forte per l’Olimpia Milano, che sembrava promettere ben altro. E che nelle prossime partite potrebbe trovarsi in una situazione ancor più critica, viste le due trasferte che la attendono e il nuovo infortunio muscolare di Nedovic, che va ad aggiungersi alle assenze di Gudaitis e Micov.

La Stella Rossa dilaga nel 3° quarto

Di nuovo, la prima frazione non sembra preludere a una serata tanto negativa, con i lombardi a tenere testa ai serbi, rivitalizzati dal nuovo tecnico Dragan Sakota e forti della terza difesa d’Europa. Si chiude 18-20, ma senza realizzare nemmeno una tripla. Una tendenza che continua a marcare il match e che alla fine purtroppo farà la differenza. Un buon momento nel secondo quarto porta il punteggio sul 34-29, ma gli effetti della grande prestazione di Lorenzo Brown (alla fine miglior marcatore dell’incontro con 21 punti) si fanno sentire e si va al riposo sul 40-39.

Si torna sul parquet con la brutta notizia del risentimento alla coscia sinistra di Nedovic, e la squadra di Belgrado ne approfitta. Il parziale di 10-0 messo a segno scava un solco, e rende decisivo questo terzo parziale e il 50-57 con cui si inizia il quarto. L’aggressività fisica degli ospiti e l’imprecisione degli uomini di Ettore Messina fanno il resto. White, Brooks e Scola in tre non sommano venti punti, e il solo Rodriguez finisce la partita in doppia cifra (14). Sua la tripla del -5 che illude il pubblico, ma il riavvicinamento degli ultimi minuti è un fuoco di paglia. La Stella Rossa non si lascia sfuggire la sua terza vittoria di fila e porta a casa un confortante 67-77.

Il calendario non sorride all’Olimpia

A questo punto l rischio di una crisi per l’Armani Exchange è sensibile, considerate le due delicate trasferte in calendario: in Francia con l’ASVEL e in Spagna con il Real Madrid. I Blancos con la vittoria sul Valencia raggiungono – per ora – l’Anadolu Efes al primo posto, in attesa del risultato delle partite dei turchi (contro il Saski Baskonia) e del Barcellona (impegnato a Mosca) che definiranno la testa della classifica. Una lotta che non in questo momento non riguarda l’Olimpia, staccata anche dal CSKA e costretta a fare il tifo per l’Olympiakos nel derby greco.

I risultati della 12ª giornata

CSKA Mosca – Žalgiris Kaunas           85-82 dts

Maccabi Tel Aviv – Bayern Monaco     77-55

Olimpia Milano – Stella Rossa              67-77

Real Madrid – Valencia                          111-99

Zenit S. Pietroburgo – ASVEL

Khimki – Barcellona

Fenerbahçe – Alba Berlino

Panathīnaïkos – Olympiakos

Saski Baskonia – Anadolu Efes

Classifica: Efes e Real Madrid 18 punti; Barcellona, CSKA e Maccabi 16; Milano e Panathinaikos 14; Khimki 12; Baskonia, Olympiakos, ASVEL e Stella Rossa 10; Fenerbahçe, Valencia, Alba Berlino, Bayern 8; Žalgiris 6; Zenit 4.