Volley, Conegliano campione del mondo. Paola Egonu mvp del torneo, 33 punti in finale

conegliano campione del mondo

Paola Egonu di un altro pianeta e Conegliano è campione del mondo nel volley femminile. Le venete si sono ripetute nella finale del Mondiale per club, in Cina, contro le turche dell’Eczacibasi Istanbul, già battute nel match d’esordio. Si sono imposte con identico punteggio, per 3-1 (22-25, 25-14, 25-19, 25-21), trascinate ancora una volta da una superlativa Paola Egonu, autrice di 33 punti e Mvp della manifestazione. In doppia cifra anche Folie e Hill che hanno chiuso con 11 punti a testa. Per l’Italia è il secondo titolo dopo quello conquistato da Ravenna nel 1992. Per Conegliano l’8° complessivo, dopo 3 scudetti, 1 Coppa Italia e 3 Supercoppe, in appena 7 anni di storia.

Conegliano è partita forte (6-3) ma è stata immediatamente ripresa (6-7). Un ace di Wolosz e due ‘pipe’ di Hill hanno consentito all’Imoco di scattare di nuovo avanti (13-7) complici anche qualche errore di troppo delle avversarie. Le pantere hanno gestito il vantaggio fino al 17-14 quando l’Eczacibasi ha cambiato passo grazie agli ace e gli attacchi di Boskovic (18-21). Le venete hanno resistito (21-22) ma si sono arrese ad altri due affondi della fuoriclasse serba (22-25). Conegliano ha reagito con carattere e, presa per mano da Egonu, è scattata subito sul 10-4 nel secondo set e poi ha via via incrementato il vantaggio (16-7 e poi 19-9) chiudendo 25-14 complice un avversario rassegnatosi alla perdita del parziale.

Sulle ali dell’entusiasmo le ragazze di Santarelli hanno insistito e si sono portate avanti 7-4 nel terzo set. Boskovic ha tenuto a ridosso (10-9) le turche ma la crescita a muro di De Kruijf ed Egonu ha permesso a Conegliano di salire sul 18-13 e gestire fino in fondo (25-19) il distacco. Nell’ultimo parziale hanno pensato ancora Egonu e De Kruijf a spezzare l’equilibrio (9-7 tramutato in 15-12 e poi in 18-15). Conegliano è arrivata fino al +5 (21-16) ma l’Eczacibasi, sorretta da Kim, non ha mollato un centimetro (22-20). Per chiudere la contesa le venete hanno avuto bisogno di un muro e di una schiacciata di Egonu che ha deciso la sfida al primo match-point guadagnandosi con merito anche il titolo di MVP del Mondiale.

CONEGLIANO-ECZACIBASI ISTANBUL 3-1 
(22-25, 25-14, 25-19, 25-21)

Conegliano: Hill 11, Sylla 1, De Gennaro, Wolosz 7, Egonu 33, Folie 11, De Kruijf 9, Fersino, Sorokaite, Ogbogu ne, Botezat ne, Geerties 3, Gennari ne, Enweounwu ne. All. Santarelli.
Eczacibasi: Kara, Boskovic 24, Arici 3, Sebnem Akoz, Gibbemeyer 5, Baladin 1, Guveli 1, Lloyd 2, Kim 15, Kilic 1, Natalia 17, Durul, Avci, Sahin. All. Motta.
Arbitri: Wang e Myoi.
Durata set: 33′, 24′, 26′, 28′.
Note: Aces: Imoco 6, Eczacibasi 5; Errori battuta: 5-9; Muri 12-5; Errori attacco: 5-9. MVP del Torneo: Paola Egonu.