Rossi sulla Mercedes e Hamilton in sella alla Yamaha: i due campioni si sono scambiati i mezzi per un giorno

rossi e hamilton

Metti Valentino Rossi sulla Mercedes campione del mondo in Formula 1. La suggestione è diventata realtà per un giorno e così il pilota pesarese ha guidato la Mercedes W08 di Lewis Hamilton, iridata nel 2017, e l’inglese è salito in sella alla Yamaha M1 2019. I due campioni hanno girato a porte chiuse a Valencia in occasione di un evento organizzato da uno sponsor. E con Rossi e Hamilton sulla stessa pista, lo spettacolo è garantito.

Vale torna su una monoposto

“Ero già un grande fan di Lewis prima, ma ora anche di più. Abbiamo trascorso una giornata fantastica: provare la Mercedes W08 è stato spettacolare per me, avevo già provato un’auto di Formula 1, ma da allora molto è cambiato e sono rimasto colpito dalla macchina e dalla sua maneggevolezza. Il team Mercedes è stato eccezionale: mi hanno accolto benissimo e mi hanno reso facile familiarizzare con la vettura”, ha detto Valentino.

Per il Dottore non era la prima volta al volante di una monoposto. Tra il 2006 e il 2008 girò varie volte sulla Ferrari. I tempi realizzati fecero spaventare i tecnici della MotoGp: pensavano davvero che Rossi potesse cambiare sport. “Pensavamo che Valentino potesse lasciare e ci serviva un sostituto all’altezza. Fu così che scegliemmo Jorge Lorenzo“, ha confessato Lin Jarvis, direttore della Yamaha.

Valentino ha poi raccontato le sue sensazioni all’interno dell’abitacolo, ammettendo qualche difficoltà: “All’inizio ho provato un’incredibile sensazione di velocità e mi ci è voluto un po’ per abituarmi. Però quando ho trovato il ritmo, sono riuscito a spingere: è stato un gran piacere e mi sono sentito un pilota di F1 a tutti gli effetti per un giorno, non volevo che l’evento terminasse”.

Il sei volte campione della MotoGP ha riservato anche una buona dose di complimenti nei confronti di Lewis Hamilton: “Tecnicamente Valencia è una pista molto difficile, e c’era anche parecchio vento: c’è stato un momento in cui ho pensato che potesse essere complicato per lui, ma se l’è cavata benissimo sulla moto e la sua posizione sulla M1 è stata ottima”.

Lewis emozionato

Molto contento e soddisfatto anche il campione del mondo in carica di Formula 1, che ha confessato di essere un sostenitore di Rossi da molto tempo. “È stato fantastico vedere una leggenda come Valentino in monoposto. Quando l’ho visto scoprire la macchina, mi ha ricordato la mia prima volta di fronte a una monoposto di Formula 1: quando vedi la squadra intorno a te è una storia diversa. L’ho sempre seguito e ammirato in tutta la sua carriera e poi me lo sono ritrovato davanti sulla stessa moto. È stato emozionante. Non credevo che un giorno sarebbe potuto accadere: ho sempre desiderato poter guidare una moto di Valentino e aver anche passato del tempo con lui, per quello che simboleggia come campione e per tutto quello che ha fatto, è stato meraviglioso. Ho appreso moltissimo e ho riconsegnato la moto senza graffi: non poteva andare meglio”.