Tensione Inter: Conte non parla. Sarri studia il tridente per il sorpasso Juve sui rivali

tridente juve

Tensione alle stelle. Dopo la lettera di un presunto tifoso del Bologna, pubblicata dal Corriere dello Sport, l’Inter ha deciso di annullare la conferenza stampa di Antonio Conte, alla vigilia del posticipo con la Fiorentina. Una scelta forte, sorprendente, dettata dai toni accesi che hanno animato la lettera. Il tecnico nerazzurro, definito un “esaurito”, avrebbe scatenato le ire del tifoso dopo l’eliminazione dalla Champions. Per questo, il club ha colto la palla al balzo per lanciare un messaggio ai media: “Ci vuole rispetto”.

Inter, pressione da capolista

Dopo l’infelice titolo dedicato a Romelu Lukaku e Chris Smalling, alla vigilia di Inter-Roma, continua l’insofferenza del club nerazzurro nei confronti del Corriere dello Sport. Un peccato, perché distoglie l’attenzione da una partita affascinante, quella imminente contro la Fiorentina.

La squadra viola non potrà contare su Franck Ribery, il giocatore più decisivo nel momento migliore vissuto a inizio stagione da Montella e i suoi. Contro l’Inter, quindi, spazio ancora a Dusan Vlahovic in tandem con Federico Chiesa. Per il resto, formazione annunciata: Milenkovic, Pezzella e Caceres davanti a Dragowski. Poi Pulgar in mezzo, affiancato da Badelj e Castrovilli, quindi Lirola e Dalbert sugli esterni.

Nell’Inter, invece, out Asamoah, Gagliardini, Sensi, Barella e Sanchez. Di conseguenza, Vecino-Borja Valero-Brozovic la cerniera di centrocampo, con D’Ambrosio e Biraghi esterni. Lautaro e Lukaku davanti, Bastoni probabile novità al posto di Godin dietro, insieme a Skriniar e De Vrij a proteggere Handanovic.

Sarri, operazione sorpasso

La vittoria contro il Leverkusen ha fatto capire a Maurizio Sarri di poter lavorare con maggior convinzione sull’ipotesi del tridente della Juve: CR7, Dybala, Higuain. Che comunque non partirà dall’inizio con l’Udinese. “Per fare giocare contemporaneamente quei tre giocatori ci vogliono determinate condizioni, che a volte saremmo bravi a capire mentre altre no. Ci deve essere il presupposto che ci fa pensare di giocare con loro tre”, ha spiegato Sarri in conferenza.

Il turno agevole dovrebbe consentire il sorpasso, almeno momentaneo, ai danni di un’Inter impegnata a rispondere qualche ora dopo. L’allenatore bianconero, però, alza la guardia: “Le gare di Champions portano via tante energie nervose. Luca Gotti è un ragazzo di un’intelligenza straordinaria, lo scorso anno al Chelsea ho avuto la fortuna di poter lavorare con lui e Zola: senza di loro il cammino del Chelsea sarebbe stato peggiore”.

Con chi affrontare l’Udinese? Cuadrado e Pjanic, squalificati, saranno sostituiti da Danilo e Bentancur. Dopo il turnover difensivo a Leverkusen, Bonucci e De Ligt torneranno davanti a Szczesny, con Alex Sandro a completare il quartetto a sinistra. Le mezzali di centrocampo saranno Emre Can e Matuidi. In avanti turno di riposo per Higuain (ancora niente tridente Juve), spazio a Dybala e Cristiano Ronaldo supportati da Bernardeschi. Ramsey e Douglas Costa dalla panchina.