Col Real Madrid il quinto crollo di fila di Milano. L’Eurolega dell’Olimpia ora è tutta in discussione

real madrid milano

Era più un sogno che una speranza, forse per questo la quinta sconfitta consecutiva dell’Olimpia Milano in Eurolega, arrivata contro il Real Madrid, non sembra cambiare molto nella sostanza. Certo, ormai la classifica si fa preoccupante e il 76-67 subito in Spagna al Palacio de Deportes conferma i problemi di tenuta di una squadra che solo un mese fa lottava per il primo posto e oggi rischia di perdere anche i play-off.

Avvio sprint, poi il crollo

“Dovremo limitare le palle perse e controllare il ritmo”, aveva detto Ettore Messina introducendo il match, prima di affrontarlo – sorprendendo molti – presentando un quintetto di partenza con Burns e Cinciarini al fianco di Micov, Scola e Brooks. Una scelta rivelatasi azzeccata, visto che il primo quarto si chiude sul 18-21 per gli ospiti grazie a un incredibile 75 per cento al tiro. Un ottimo Micov trascina poi i biancorossi anche nel secondo, mettendo a segno 13 dei suoi 22 punti complessivi e mandando tutti al riposo sul 30 a 39.

Ancora una volta, l’intervallo è fatale all’Olimpia. Quelli che rientrano in campo sono dei Blancos ben diversi, mentre Milano ‘regala’ al Real Madrid e ai suoi fan l’ennesimo sconcertante terzo parziale della sua Eurolega. Un grande Campazzo è l’arma segreta degli spagnoli, che con 24 punti contro i 13 degli avversari si portano sul 54 a 52 prima dell’ultima frazione di gioco. E la rimonta continua, confermando il dominio dei padroni di casa, che con un secondo tempo da 46-28 chiudono il discorso senza discussioni.

I prossimi incontri e le speranze di play-off

Nonostante l’importante striscia negativa, Milano rimane in ottava posizione, l’ultima valida per accedere ai play-off. E ci resterà anche alla fine di questa tredicesima giornata, grazie a un calendario fortunato e ai risultati delle partite di questo turno. Si registrano le vittorie delle altre due squadre del terzetto di testa e gli importanti risultati ottenuti da Panathīnaïkos, Efes e Maccabi. Oltre al trionfo del Valencia nel derby delle ‘altre spagnole’, che si spera non rilanci la prossima avversaria degli uomini di Messina.

I risultati della 14ª giornata

Zenit S. Pietroburgo – Maccabi Tel Aviv       71-82

Žalgiris Kaunas – Anadolu Efes          68-74

Panathīnaïkos – Fenerbahçe               81-78

Real Madrid – Olimpia Milano              76-67

Valencia – Saski Baskonia                   105-77

Barcellona – ASVEL                     80-67

CSKA Mosca – Stella Rossa        100-74

Alba Berlino – Bayern Monaco      76-77

Olympiakos – Khimki       109-98

Classifica: Efes 24 punti, Real Madrid e Barcellona 22; Maccabi 20; Panathinaikos e CSKA 18; Khimki e Milano 14; Baskonia, Olympiakos, Asvel, Bayern e Valencia 12; Stella Rossa e Fenerbahçe 10; Alba Berlino 8; Žalgiris e Zenit 6.