Piqué e Sergio Ramos blindano il Clasico. Barcellona-Real Madrid finisce senza gol

barcellona-real madrid

Tanto tuonò che (non) piovve. Potrebbe essere riassunta così la sfida tra Barcellona e Real Madrid, valida per la 17esima giornata della Liga e terminata con il punteggio di 0-0. Tifosi e addetti ai lavori si aspettavano una sfida spettacolare e ricca di gol, tra le due formazioni appaiate in vetta alla classifica a 35 punti. Certamente il pubblico del Camp Nou non si è annoiato, ma nessuna delle due contendenti è riuscita a superare il portiere avversario.

Real più aggressivo

Che sia una partita all’insegna dell’equilibrio, oltre che delle emozioni, lo si capisce quando vengono annunciati i due schieramenti. Sia Valverde che Zidane optano per il 4-3-3, in una sorta di partita a scacchi in cui ogni mossa può rivelarsi decisiva. Nel complesso è lo schieramento dei Blancos ad essere più efficace, con la cerniera di centrocampo Valverde-Casemiro-Kross pronta a ringhiare sui portatori di palla blaugrana per poi rifornire le punte. Ottima anche l’interpretazione del tridente madrileno, con Bale incisivo come non accadeva da tempo, Benzema sempre al servizio dei compagni e Isco abile tra le linee a non dare punti di riferimento.

Inevitabile, quindi, che i pericoli maggiori arrivino dalle parti di Ter Stegen. Nel corso del primo tempo, il portiere blaugrana dice due volte no a Benzema e si supera sulla conclusione dalla lunga distanza di Casemiro. Nella ripresa si arrende di fronte al tocco sotto misura di Bale, ma l’arbitro annulla per fuorigioco del gallese al momento del passaggio di Mendy. Decisamente meno sliding doors da ricordare nell’area del Madrid: un’occasione fallita da Jordi Alba poco prima dell’intervallo e un pallone incredibilmente mancato da Messi, su suggerimento di Griezmann, nella ripresa.

Piqué e Ramos eroi del “Clasico”

In una partita in cui due dei migliori tridenti offensivi al mondo sono andati in bianco, grande merito va ai leader difensivi delle due eterne rivali. Nel Barça, Gerard Piqué è stato un vero e proprio baluardo nel fermare il furore offensivo madrileno. Un intervento in particolare ha inciso sul punteggio finale: il salvataggio sulla linea su colpo di testa di Casemiro, a cui Ter Stegen non era riuscito ad opporsi.

Non è da meno il gladiatore del Real, Sergio Ramos, al 43° Clasico in carriera (nessuno come lui nella storia del calcio). Per ridurre al minimo storico i pericoli creati da campioni come Messi, Suarez e Griezmann, ci vuole una prova di eccezionale attenzione difensiva. Esattamente quello che Ramos ha fatto vedere al Camp Nou, aiutato dal compagno di reparto Varane.

Zidane: “Meritavamo di più”

Al termine della partita, il tecnico del Barcellona giudica giusto lo 0-0 con cui è terminata la super sfida del Camp Nou contro il Real: “È stata una partita molto equilibrata, con occasioni e tanta tensione perché ci stavamo giocando molto: credo che il pareggio sia giusto. I nostri attaccanti sono stati pericolosi, anche se non era facile superare la prima linea di pressione del Real. Contro un pressing così esasperato non è mai facili attaccare”.

Mastica amaro invece Zinedine Zidane, per la superiorità della sua squadra contro i rivali blaugrana: “Abbiamo fatto la partita dal primo al novantesimo: meritavamo di più. Questo è il calcio: quando hai le occasioni devi concretizzarle e noi siamo un po’ mancati negli ultimi metri”.

Il tecnico elogia comunque la squadra e trova aspetti positivi nel pareggio contro i rivali di sempre: “I giocatori devono comunque essere contenti, giocavamo in casa di un avversario molto complicato e con elementi di grande qualità. La cosa più importante è giocare bene e creare occasioni da gol: questo lo abbiamo fatto. Mi dispiace per i giocatori e per i loro sforzi, ma loro devono essere contenti di quello che hanno fatto”.

Clasico da record per i due tecnici

La sfida tra Barcellona a Real Madrid non ha spezzato l’equilibrio tra le due squadre, ancora a braccetto al comando della Liga, ma ha certamente un significato importante per i due allenatori. Grazie allo 0-0 del Camp Nou, Valverde giunge al settimo Clasico consecutivo senza sconfitta: un evento che non si verificava in casa blaugrana dai tempi di Guardiola. Lo stadio del Barça porta evidentemente fortuna Zidane che, nella tana dei catalani, ha inanellato il quinto risultato utile consecutivo. Nessun tecnico nella storia del Real è mai arrivato a tanto.