Australian Open, esordio vincente per Federer, Djokovic e Berrettini. Coco Gauff batte Venus Williams

berrettini esordio australian open

Due conferme e una bella notizia per l’Italia. Nella partita d’esordio degli Australian Open vincono Roger Federer, Novak Djokovic e Matteo Berrettini. Il tennista azzurro onora al meglio la prima partita giocata da top ten battendo con un netto 6-3, 6-1, 6-3, la wild card australiana Andrew Harris, n.162 del ranking. Berrettini, pur con la caviglia destra ancora dolorante, mette subito le cose in chiaro partendo con un 4-0 al primo set, per poi concedere un po’ di gloria al padrone di casa e chiudere il set sul 6-3. Secondo set senza storia, quasi un allenamento per Berrettini che fa suo anche il terzo set archiviando la pratica in poco meno di due ore. Al secondo turno l’azzurro troverà il vincente tra lo statunitense Tennys Sandgren e l’argentino Marco Tungelliti.

La pioggia frena Sinner e Fognini

La pioggia, invece, interrompe e salva Fabio Fognini. L’azzurro, inserito dalla stessa parte di tabellone di Berrettini e col quale potrebbe incontrarsi agli ottavi, ha, però, faticato contro il gigante statunitense Reilly Opelka arrivando all’interruzione sotto 6-3, 7-6, 1-0. Anche nell’ultimo confronto tra i due, l’azzurro era stato travolto. Fermati dalla pioggia anche Jannik Sinner che in quel momento stava conducendo 7-6, 6-2, 4-4 contro Max Purcell, E poi Stefano Travaglia contro Cristian Garin col cileno avanti 6-4, 6-3, 1-1, e Lorenzo Giustino contro Milos Raonic col canadese in vantaggio 6-2, 6-1, 5-2. Esordio amaro, invece, per Salvatore Caruso, numero 94 del ranking mondiale, arresosi con un rapido 6-0 6-2 6-3 al greco Stefanos Tsitsipas, testa di serie numero 6.

Esce di scena al primo turno nel tabellone femminile Martina Trevisan. L’azzurra n.154 del mondo, l’unica italiana in gara nel day 1, dopo aver superato per la prima volta le qualificazioni, è stata battuta 6-2, 6-4 dalla statunitense Sofia Kenin, 14 Wta, dopo un’ora e 18 minuti di gioco.

Djokovic e Federer non sbagliano la prima

Esordio vincente per Novak Djokovic. Il serbo, numero due del mondo e campione in carica, ha battuto il tedesco Jan-Lennard Struff, numero 35 Atp, in quattro set con il punteggio di 7-6 (7-5), 6-2, 2-6, 6-1 in due ore e 16 minuti. Al secondo turno Djokovic, a caccia dell’ottavo trionfo a Melbourne e del 17esimo Slam della carriera, affronterà il vincente della sfida tra il giapponese Tatsuma Ito e l’indiano Prajnesh Gunneswaran. Tutto facile anche per Roger Federer. Lo svizzero, testa di serie numero 3, ha liquidato all’esordio l’americano Steve Johnson per 6-3 6-2 6-2 portando a casa la vittoria numero 98 all’Australian Open, la numero 358 negli Slam. Prossimo avversario il vincente tra Krajinovic e Halys. Non ci sarà al secondo turno, invece, Denis Shapovalov. Il canadese, testa di serie numero 13, si è fatto sorprendere all’esordio dall’ungherese Marton Fucsovics che si è imposto in quattro set: 6-3 6-7 (7) 6-1 7-6 (3).

Donne, vincono Osaka e Gauff

Nel tabellone femminile avanza al secondo turno Naomi Osaka. La giapponese, testa di serie numero 3, ha sconfitto all’esordio la ceca Marie. Insegue il suo 24/o slam in carriera Serena Williams che, alla “prima” sul cemento australiano, ha liquidato la russa Potapova con un netto 6-0, 6-3. Non si può dire altrettanto per la sorella Venus. La più grande delle Williams, infatti, si è dovuta inchinare alla 15enne Cori “Coco” Gauff. La statunitense, stella emergente del tennis mondiale, che aveva già battuto la connazionale nel primo turno dell’ultima edizione di Wimbledon, si è imposta 5-7, 7-6, 6-3 in poco più di un’ora e mezzo. Percentuali impressionanti per la Gauff: 77% di punti sulla prima, 61% sulla seconda. Coco ora se la vedrà contro la rumena Sorana Cirstea che ha battuto a sorpresa in due set (6-2,7-6) la ceca Strycova.