Eurolega, con un finale da paura Milano batte il Bayern di un punto e rilancia la corsa ai play-off

milano bayern eurolega

Due quarti deludenti, con il parziale che ha toccato anche i -20, poi il cambio di maschera e l’Olimpia centra l’impresa. Milano ha battuto il Bayern Monaco 79-78 rilanciando così la corsa ai play-off di Eurolega. Una vittoria che, dopo tre sconfitte di fila, può cambiare l’ultima fase del torneo per gli uomini di Messina.

Sotto di venti punti a metà terza frazione, i lombardi reagiscono con orgoglio e grazie a un devastante quarto periodo (parziale di 26-12) piegano in volata i bavaresi. Protagonisti assoluti Nedovic (13 punti) e Micov (16), in ombra per buona parte del match ma incontenibile nell’ultima frazione. Gli uomini di Kostic pagano il blackout finale e i tanti errori ai tiri liberi.

Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio per la morte di Kobe Bryant. Poi i giocatori sono rimasti immobili sul parquet per i primi 24 secondi, il numero di maglia della leggenda dei Los Angeles Lakers e della Nba.

Derby russo al Cska, Real e Barça non sbagliano

La serata positiva di Milano si è arricchita ancor di più alla notizia della vittoria in Israele del Real Madrid. La vittoria degli spagnoli sul Maccabi Tel Aviv permette infatti a Milano di accorciare le distanze e di poter sperare in qualcosa di più dell’attuale settimo posto. Sempre in testa il Cska Mosca si è aggiudicato il derby russo contro il Khimki mentre la terza squadra russa, lo Zenit San Piertroburgo, ha perso a Barcellona 90-72. In coda colpo dello Zalgiris, che ha vinto a Lione, in casa dell’ASVEL, di cinque punti.

I risultati della 22/a giornata

Khimki – Cska Mosca         69-78

Alba Berlino – Fenerbahçe        70-74

Olympiacos – Baskonia        80-70

Maccabi Tel Aviv – Real Madrid       77-81

ASVEL – Zalgiris      74-79

Barcellona – Zenit San Pietroburgo          90-72

Olimpia Milano – Bayern Monaco        79-78

Stella Rossa – Anadolu Efes

Valencia – Panathinaikos

Classifica: Efes 36 punti; Cska, Real Madrid e Barcellona 32; Maccabi 28; Panathinaikos 26; Milano 22; Valencia e Fenerbahçe 20; Stella Rossa, Khimki e Olympiakos 18, Baskonia, Zalgiris e ASVEL 16; Alba Berlino, Zenit, Bayern 14.