Eurolega, Milano perde ancora: Khimki passa 69-78, play-off a serio rischio

eurolega milano khimki

La crisi dell’Olimpia in campo europeo sembra non avere fine. Nella 25esima giornata di Eurolega, Milano ha perso tra le mura amiche contro il Khimki per 69-78. Un ko – il terzo consecutivo – che costa alla squadra di Messina la zona play-off. Una situazione quasi inevitabile, dopo settimane di sconfitte in serie e prove non convincenti.

Russi quasi sempre in controllo

Il primo quarto è piuttosto equilibrato, con una serie di sorpassi e controsorpassi nel punteggio. Nel finale il Khimki allunga, concludendo con un vantaggio di 5 punti. Anche l’inizio del secondo quarto è favorevole ai russi, ma poi Milano riesce a rimontare trascinata da Rodriguez. Il Chacho, con un passaggio illuminante per Della Valle e con una bomba da 3 punti, riporta avanti la sua squadra (situazione che non capitava dai primi minuti di gioco).

Alla magia di Rodriguez risponde Shved con un altro tiro da tre punti, dando il là ad un finale di quarto molto combattuto che alla fine premia i russi (avanti di un punto). Il terzo quarto regala a Milano un vantaggio illusorio, per poi lasciare spazio allo show del Khimki che si porta addirittura sul +12. Nell’ultimo quarto l’Olimpia riesce solo a ridurre di poco il gap che li separa dai russi, in grado di controllare gli ultimi minuti e di portare a casa una vittoria molto importante.

Rodriguez ispirato, Micov nella storia

Ennesima serata negativa dunque per Milano, raggiunta in classifica proprio da Khimki (in vantaggio sull’Olimpia negli scontri diretti). Una partita in cui i soliti Rodriguez e Micov – autori rispettivamente di 18 e 15 punti – hanno retto al meglio delle loro possibilità la baracca milanese. Inoltre, per il cestista serbo arriva un record storico: nel corso della sfida contro i russi, ha tagliato il traguardo dei 1.000 punti segnati in Eurolega con Milano (nessuno ci era riuscito prima di lui da quando la competizione, nel 2000, ha cambiato formula).

Una soddisfazione individuale, in una serata da incubo a livello collettivo. Adesso è Milano a dover inseguire le avversarie nella corsa ai play-off. C’è tutto il tempo per rimediare e la classifica è molto equilibrata, ma il coach Messina e i suoi ragazzi devono assolutamente dare una svolta alla loro stagione.

Valanga Real, vittoria preziosa per l’Olympiakos

Oltre alla sfida tra Olimpia Milano e Khimki, sono andati in scena altri quattro match validi per la 25/a giornata di Eurolega. Positiva per la squadra milanese la sconfitta del Fenerbahçe, che esce con le ossa rotte dal confronto con il Real Madrid (64-94). Rimane invece attaccato al treno dei play-off l’Olympiakos, che ha la meglio sull’ASVEL per 77-68. Zalgiris in risalita, grazie alla vittoria per 74-60 contro Baskonia. Prosegue infine la stagione deludente dello Zenit San Pietroburgo, battuto per 83-81 dall’Alba Berlino.

I risultati della 25/a giornata

Zenit S.Pietroburgo – Alba Berlino     81-83

Olympiakos – ASVEL     77-68

Fenerbahçe – Real Madrid     65-94

Olimpia Milano – Khimki     69-78

Baskonia – Zalgiris Kaunas     60-74

Stella Rossa – CSKA Mosca

Bayern Monaco – Anadolu Efes

Panathinaikos – Barcellona

Valencia – Maccabi Tel Aviv

Classifica: Efes 42 punti; Real Madrid 38; Barcellona 36; CSKA e Maccabi 32; Panathinaikos 28; Valencia 24; Khimki, Olympiakos, Fenerbahçe e Milano 22; Stella Rossa e Zalgiris 20; Alba Berlino, Baskonia e ASVEL 18; Bayern e Zenit 14.