Il Coronavirus ferma anche il tennis. Ecco tutti i tornei cancellati o posticipati

tennis coronavirus

Il calendario del tennis risente anch’esso delle misure preventive e cautelative per evitare la diffusione del Coronavirus. Molti sono i tornei cancellati, cambiati nella formula oppure posticipati. A partire dalla Coppa Davis che si giocherà a Cagliari nel weekend, ma senza pubblico. Sia ATP che WTA, insieme a ITF, hanno emanato alcuni provvedimenti particolari che riguardano le manifestazioni programmate per i prossimi periodi. Al momento l’ATP Tour non risulta toccato da nessuna modifica. Per le Olimpiadi rimangono le stesse preoccupazioni valide anche per le altre discipline, come ha dichiarato di recente il presidente del Cio, Thomas Bach. A Losanna l’ipotesi di un rinvio o di una cancellazione non è al momento presa in considerazione dagli stessi organizzatori.

“Lo scoppio del Coronavirus continua a causare interruzioni a molti eventi sportivi in ​​tutto il mondo”, ha dichiarato l’ATP in una nota. “Stiamo collaborando con i nostri rispettivi tornei e le autorità locali in cui si svolgono gli eventi ATP Tour e ATP Challenger Tour. La salute e la sicurezza del personale, dei giocatori e dei fan è la nostra tra massima priorità. Siamo regolarmente in contatto con i nostri giocatori e i membri dei tornei in merito alle ultime misure e linee guida precauzionali sulla salute, insieme alle restrizioni sui viaggi, e continuiamo a monitorare attentamente la situazione man mano che si evolve “. Ecco quindi cosa c’è da sapere, mentre per un caso confermato di Covid-19 è saltato anche il torneo di Indian Wells.

Coppa Davis

La competizione a squadre prevista a Cagliari per venerdì 6 marzo e sabato 7 marzo si giocherà a porte chiuse. In campo Fabio Fognini contro Duckhee Lee, a seguire Gianluca Mager che sfida Ji Sung Nam. Si gioca a porte chiuse. Tutte le sfide saranno visibili in streaming gratuito su daviscup.com e i biglietti precedentemente acquistati saranno rimborsati. Le qualificazioni Davis hanno cambiato i propri programmi già nelle scorse settimane. La Cina non è andata in Romania, il Giappone ospiterà l’Ecuador ma a porte chiuse.

Posticipati Barletta, Seul e Gerusalemme

Dopo la cancellazione della finale Challenger di Bergamo sono stati posticipati gli appuntamenti di:

Gerusalemme, Israele (settimana del 30 marzo)
Barletta, Italia (settimana del 6 aprile – rinviata a luglio)
Anning, Cina (settimana del 20 aprile)
Seul, Corea del Sud (settimana del 27 aprile – rinviata ad agosto)
Busan, Corea del Sud ( settimana del 4 maggio – rinviata ad agosto)
Gwangju, Corea del Sud (settimana dell’11 maggio – rinviata ad agosto)

Altrove, l’evento a Samarcanda, in Uzbekistan, previsto per l’11 maggio, è stato cancellato mentre un evento Challenger 80 è stato aggiunto a Manzanillo, in Messico (settimana del 20 aprile). Posticipato a ottobre l’evento di Madrid in programma a marzo dopo le richieste degli organizzatori.

Tornei ITF

Cancellati la maggior parte tornei sul circuito asiatico: a marzo i tornei maschili M15 in Giappone a Nishi-Tama, Nishi-Tokyo, Tskuba, Kashiwa e Kofu non si terranno. Sempre un torneo M15 ma a Oslo in Norvegia è stato posticipato; quello di Meerbusch in Germania spostato ad aprile. In Italia l’ITF e la FIT hanno concordato l’annullamento di ben 12 tornei in programma a Santa Margherita di Pula in Sardegna sia nel maschile che nel femminile. Un provvedimento che azzererà il numero di eventi professionistici di questo tipo in Italia fino al 4 maggio. Sul fronte femminile, cancellati Xiamen, Shenzhen, Zhuhai in Cina. Cancellati anche i tornei di Osaka, Kashiwa e Kofu in Giappone.

Tornei ATP Tour

Per ora il calendario non è interessato da nessuna modifica vista anche la lontananza temporale dai tornei asiatici che si tengono di solito a fine anno. Le competizioni più importanti come gli Slam riprenderanno in Europa ad aprile con il Roland Garros. C’è quindi tempo per vedere se e come lo sviluppo eventuale della situazione internazionale impatterà sui tornei maggiori. Nel frattempo Rafael Nadal da Acapulco, dove ha vinto il titolo, si è espresso così sull’argomento: “Spero che il virus sarà controllato, che verrà trovata una cura e che questa incertezza, questa psicosi, questa paura sarà fermata. Questa è la cosa più importante: non solo per le Olimpiadi, ma per l’umanità”.

Tornei WTA Tour

Diversa la situazione sul circuito femminile maggiore poiché esso sarebbe stato interessato da alcune tappe in Oriente già a partire da questo mese. Sul fronte asiatico, cancellato il Kunming Open di aprile ad Anning in Cina e l’Open di Xi’an, anch’esso previsto per aprile. “Non c’è niente di più importante che proteggere la salute dei nostri giocatori, dello staff degli eventi e dei fan che partecipano agli eventi WTA”, ha affermato l’associazione in una nota.